Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Modellizzazione sperimentale di dosimetri al diamante monocristallino omoepitassiale

Durante la tesi sono stati studiate le caratteristiche di alcuni dosimetri al diamante monocristallino sintetico realizzati in modo da avere in prossimità del contatto di front una barriera di tipo Schottky. Questi dosimetri saranno impiegati in ambito commerciale per misure di radioterapia.
Vengono eseguite caratterisiche C-V,I-V, misure di spettroscopia alfa e misure di microscopia IBIC (Ion Beam Induced Charge) sia in configurazione laterale che frontale.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Il lavoro svolto per questa tesi rientra all’interno del progetto denominato DIARAD. DIARAD e` un progetto svolto dall’ INFN della durata di tre anni, dal 2008 al 2010, che prevede una stretta collaborazione tra diverse universita` italiane e strutture ospedaliere al fine di realizzare e di mettere in commercio dosimetri al diamante monocristallino sintetico competitivi con quanto gia` presente sul mercato. Gli enti coinvolti nel progetto sono : 1. Universita` di Roma Tor Vergata - INFN sezione di Roma 2 : si oc- cupa della crescita del diamante e della fabbricazione del dispositivo: Vengono inoltre svolti test son raggi X,protoni e neutroni. 2. INFN sezione Roma 3 : si occupa dell’elettronica di acquisizione per la realizzazione di arrays di rivelatori 3. Ospedale San Filippo Neri : mette a disposizione un acceleratore Varian grazie al quale e` possibile far misure di dosimetria in radioterapia 4. Universita` di Roma 3 : si occupa principalmente dello studio delle caratteristiche elettroniche dei dispositivi 5. Universita` degli studi di Torino - Gruppo di Stato solido : si occupa della modellizzazione dei rivelatori tramite la caratterizzazione delle proprieta` elettriche e svolge inoltre test di radioterapia Studi effettuati su precedenti campioni aventi la medesima struttura di quel- li analizzati in questo lavoro di tesi (diamante drogato p/diamante intrin- seco/metallo) hanno mostrato come questi dispositivi possano raggiungere prestazioni confrontabili o addirittura superiori a quelle di dosimetri com- merciali in diamante naturale in termini di ripetibilita`,stabilita`,affidabilita` e linearita` della fotorisposta e non presentano i fastidiosi effetti di memoria tipici dei diamanti policristallini[1][2][3][4](Fig. 1). 3

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Davide Ambu Contatta »

Composta da 118 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 436 click dal 08/10/2009.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.