Skip to content

Energia eolica e paesaggio

Informazioni tesi

  Autore: Lidia Crivellaro
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze Umane dell'Ambiente, del territorio e del paesaggio
  Relatore: Luca Santino Bertonazzi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 47

L'energia ricavata da fonte eolica è attualmente una delle fonti rinnovabili maggiormente utilizzate. Grazie alla tecnologia efficiente e consolidata, il settore eolico consente di raggiungere gli obiettivi internazionali di riduzione delle emissioni di gas serra in atmosfera. In Italia si assiste però a un costante scontro tra i sostenitori e gli oppositori di questa fonte energetica: se è vero che consente di generare energia pulita, non si può negare che esistono degli impatti paesaggistici dovuti alle dimensioni delle pale e alla localizzazione in ambienti montani o collinari. Molto spesso i tribunali amministrativi sono chiamati in causa per risolvere i ricorsi a favore o contro le autorizzazioni per la realizzazione dei parchi eolici in specifici territori. Questo documento esamina alcune di queste controversie, partendo da una rassegna delle disposizioni normative in materia di energia e dai piani regionali che stabiliscono gli obiettivi in termini di sfruttamento delle energie rinnovabili e gli strumenti più idonei per le proprie regioni.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 9 Introduzione: i cambiamenti climatici Negli ultimi 150 - 200 anni, a partire dalla rivoluzione industriale, la combustione delle fonti energetiche fossili (carbone,petrolio,gas naturale) ha provocato l'aumento di un importante fattore che influenza la temperatura terrestre, ovvero la concentrazione in atmosfera di anidride carbonica (CO 2 ), uno dei gas serra (tra i quali c'è anche il metano, sempre prodotto dalle attività umane). E' ormai una certezza scientifica il fatto che l'eccessiva emissione di queste sostanze nell'atmosfera stia accelerando l'incremento nel tempo della temperatura media dell'atmosfera terrestre (che nel 2003 è stata la più elevata degli ultimi 120 anni dopo quella del 1998) e degli oceani e stia alimentando quindi il fenomeno noto come surriscaldamento globale. L'uomo è ,in pratica, ritenuto responsabile dell'ampliamento del cosiddetto effetto serra naturale, ovvero l'azione dell'atmosfera che assorbe parte dei raggi infrarossi emessi dal suolo, riscaldato dalla radiazione ricevuta dal sole, e li riemette in tutte le direzioni, quindi in parte anche verso il suolo stesso. Questo fenomeno è di per se naturale e importante perchè garantisce una temperatura maggiore di quella che si stabilirebbe in assenza dell'atmosfera e quindi rende possibile lo sviluppo della vita umana. Purtroppo, è proprio attraverso l'eccessiva emissione dei gas che determinano l'effetto serra sul nostro pianeta, che l'uomo provoca l'eccessivo riscaldamento della terra. Risulta tuttora molto difficile prevedere come realmente influirà sul sistema pianeta, in quanto si tratterebbe di un evento senza nessun precedente in epoca storica. Inoltre, il clima globale è un sistema non lineare multifattoriale, per cui la climatologia può stabilire delle tendenze ma non eventi in dettaglio. Nonostante queste incertezze, si prevedono in linea generale delle significative modificazioni degli habitat naturali a causa dei mutamenti climatici che ne conseguono, con rilevanti conseguenze sugli equilibri socio-economici del pianeta. Con l'uso eccessivo di fonti energetiche fossili, oltre al già grave problema del mutamento del clima, si pone un'altra questione: la disponibilità limitata. Queste fonti si definiscono non rinnovabili perchè la loro creazione è avvenuta in milioni di anni, attraverso la trasformazione della sostanza organica in forme via via più stabili e ricche di carbonio. La società moderna, quindi, deve intervenire per fronteggiare queste criticità almeno su due fronti: agire con azioni concrete sul risparmio energetico e sviluppare fonti rinnovabili di energia, il cui utilizzo non pregiudica le risorse naturali per le generazioni future e che per loro caratteristica intrinseca si rigenerano o non sono "esauribili" nella scala dei tempi "umani". La comunità internazionale, si è mossa in questo senso attraverso l'adozione del Protocollo di Kyoto, il trattato internazionale adottato il 10.12.97 nella città giapponese durante la terza conferenza delle Parti alla Convenzione sui cambiamenti climatici. Il documento è entrato in vigore il 16.02.2005 dopo che la firma della Russia ha

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

autorizzazione paesistica
cambiamenti climatici
direttive sull'energia
energia eolica
fonti rinnovabili
paesaggio
piani energetici regionali
protocollo di kyoto
tribunali amministrativi regionali

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi