Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Realizzazione di un modem numerico AM su piattaforma DSP/FPGA

Uno dei principali obiettivi di questa tesi è quello di fornire le basi per la creazione di sistemi di comunicazione, sia semplici che complessi, utilizzando le moderne architetture basate su DSP e FPGA per la progettazione di Software Defined Radio (SDR), il tutto programmabile tramite PC con i software specifici forniti dalle case costruttrici. Si cerca di dare un’impronta fortemente metodologica agli argomenti trattati, essendo le procedure adottate valide sia per i software utilizzati che per tutti i tool di programmazione per sistemi embedded, di cui ormai il mercato è colmo. In particolare è stata utilizzato il kit Sundance SMT8036E+SMT349, unitamente a Simulink e al blockset Xilinx System Generator per la programmazione "grafica" dei dispositivi FPGA, evitando così la scrittura di codice VHDL.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE 4 Introduzione I moderni apparati radio realizzano una sempre crescente quota di funzionalità tramite elementi riprogrammabili e tramite software, i cui compiti spaziano dalle funzioni di controllo ed elaborazione dei dati a quelle di modulazione e demodulazione. Questo contesto favorisce la spinta verso la standardizzazione, con l’obiettivo futuro di avere dispositivi radio le cui funzionalità possano essere facilmente variate al solo prezzo di caricare una diversa configurazione software. L’obiettivo ancor più ambizioso è quello di raggiungere un elevato grado di interoperabilità fra gli apparati, in modo tale che la radio di un produttore possa funzionare correttamente con i software di un altro produttore. [EO] Il Software Defined Radio (SDR) è una tecnologia emergente, pensata per la costruzione di sistemi radio flessibili, “multi-standard”, “multi-band”, riconfigurabili e riprogrammabili. I componenti solitamente implementati in hardware vengono realizzati tramite software con l’utilizzo di sistemi embedded. Con il termine embedded (incapsulato, dedicato) s’identificano genericamente dei sistemi elettronici a microprocessore progettati appositamente per una determinata applicazione, spesso con una piattaforma hardware ad hoc, integrati nel sistema da controllare e in grado di gestirne tutte o parte delle funzionalità. [WK] Per capire l’importanza acquisita da questo tipo di sistemi nell’ambito delle telecomunicazioni, basta porre l’attenzione ad alcuni progetti di rilevanza internazionale, come il progetto di ricerca E3 (End-to-End Efficiency) della Comunità Europea di cui fanno parte ventuno partner, tra cui cinque

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Costantino Taglialatela Contatta »

Composta da 94 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 749 click dal 16/10/2009.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.