Skip to content

Ricerca sui fondamenti dell'ontologia di Heidegger. Analisi topologica.

Informazioni tesi

  Autore: Antonio Piccolomini D'aragona
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Napoli - Federico II
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Filosofia
  Relatore: Nicola Grana
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 94

Attraverso l'utilizzo di un metodo topologico, ispirato da alcuni strumenti base dell'indagine analitica (mereologia, distinzione carnapiana tra questioni interne ed esterne, relativismo ontologico di Quine), l'elaborato si occupa delle "regioni fondazionali" nel sistema ontologico heideggeriano; le problematiche dell'oggettualità e della "definizione", la costituzione degli ambiti organizzativi di matrice husserliana, le ripercussioni "quantitative" del processo di interpretazione nel contesto di un più generale quadro di categorizzazione logica, la scomposizione dell'ambito ontologico puro nei suoi settori di base attraverso l'analisi di ciò che Heidegger definì (ad un livello più avanzato) "totalità dell'ente", i rapporti di tale ambito con la dimensione logica in quanto tale. Lo scopo è quello di "quantificare" fin dove possibile l'ontologia di Heidegger, avvicinandola, senza tradirne l'alfabeto (essenzialmente ermeneutico, o pre-ermeneutico), ad un modello ipotetico di ontologia formale. Attraverso l'assunto topologico di base, si fa corrispondere ad ogni asserzione ontologica di Heidegger (opportunamente contestualizzata) un immaginario frammento spaziale dell'intera topologia del suo sistema; vengono individuate 16 asserzioni topologiche, e alcune costanti irriducibili nello spazio complessivo. Tale indagine neutrale e "quantitativa" consente un avvicinamento comparativo alle teorizzazioni di Carnap, che, come noto, assunse posizioni esplicite in merito all'insensatezza dell'ontologia e della metafisica "tradizionali". Si evidenzia altresì come, e perchè, Heidegger tenda a bypassare il problema, centrale invece in Carnap, dell'inserimento di nuove entità in un qualsivoglia sistema ontologico, preferendo una definizione "astrattiva" e "categoriale" di "entità" ad una invece "sintattica" e "variabilistica". L'apparato di note fa continui accenni e riferimenti a tematiche parallele in ontologia analitica, oltre a presentare accostamenti (suffragati da citazioni di voci autorevoli) tra Heidegger e autori non prettamente ermeneutici (Quine, Meinong, in primis).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2 Introduzione 1.a Topologia ontologica: quadro generale Sarà proposta di seguito la possibilità di applicare il concetto di topologia ad un sistema ontologico (più semplicemente ad una ontologia). Innanzitutto, la domanda: cos’è la topologia? Essa è una branca della matematica ed è definita come lo “studio delle proprietà delle figure geometriche che persistono anche quando le figure sono sottoposte a deformazioni così profonde da perdere tutte le loro proprietà metriche e proiettive”1. Alcune delle più importanti proprietà della topologia riguardano le trasformazioni topologiche: “una trasformazione topologica di una figura A in un’altra figura A’ è determinata dalla corrispondenza p ↔ p’ tra i punti p di A e i punti p’ di A’ che gode delle seguenti proprietà: 1. la corrispondenza è biunivoca. Questo significa che a ogni punto p di A corrisponde uno e un solo punto p’ di A’, e viceversa; 2. la corrispondenza è continua nei due versi. Questo significa che se si prendono due punti p e q di A e si fa muovere p in modo che la sua distanza da q tenda a zero, la distanza tra i punti p’ e q’ di A’ tende anche a zero e viceversa”2. Cosa si intende qui per topologia? Ossia, come e in che modo la topologia può essere applicata ad un sistema ontologico? Semplicemente modificando il suo oggetto in un oggetto voluto, ossia un sistema ontologico. Le definizioni precedenti suonerebbero così: I. l’indagine topologica di un’ontologia è lo studio delle proprietà di un sistema ontologico che persistono anche quando il sistema è sottoposto a decostruzioni così profonde da perdere tutte le sue proprietà sistemiche e quantitative; (definizione generale dell’indagine topologica di un’ontologia) II. una decostruzione topologica di un sistema ontologico in un altro sistema ontologico è determinata da una corrispondenza tra le rispettive assunzioni che gode delle seguenti proprietà: 1. la corrispondenza è costante. Questo significa che ciascuna ontologia è configurata da un numero finito di assunzioni corrispondenti in modo costante alla configurazione finita di una qualsiasi altra ontologia; 2. la corrispondenza è continua. Questo significa che la proliferazione di assunzioni in un’ontologia non pregiudica il punto 1. (definizione del limite e della riducibilità di un sistema ontologico) Risulta chiaro che un’analisi topologica del genere non è altro che l’ispezione, l’analisi, il mappamento di un sistema ontologico. 1 R. Courant e H. Robbins, Che cos’è la matematica?, I. Stewart (a cura di), Bollati Boringhieri, 2007, pag. 299. 2 Ivi, pag. 306.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

ambito heidegger
analitica
carnap
categoria heidegger
definizione heidegger
ente
ermeneutica
essere
fenomenologia
fondamenti ontologia heidegger
heidegger
husserl
logica heidegger
meinong
oggetto heidegger
oggettualità heidegger
ontologia
ontologia analitica
quantificazione heidegger
quine
topologia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi