Skip to content

Indagini e prospettive sulle relazioni tra gli adolescenti: la coppia adolescente

Informazioni tesi

  Autore: Valeria Della Porta
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Salerno
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Scienze dell'educazione e della formazione
  Relatore: Laura  Clarizia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 225

L’adolescenza è un’età di prova in cui le esperienze fatte sono determinanti nella costruzione del proprio progetto di vita e del rapporto con l’ambiente circostante. Ogni adolescente si trova ad affrontare situazioni nuove, a vivere nuovi bisogni personali ed inedite condizioni esterne che spesso suscitano sensazioni di insicurezza e precarietà, soprattutto di fronte alla ricerca di autonomia e al parziale distacco dalla famiglia. La percezione di una propria identità aiuta a riconoscersi e sentirsi diversi dagli altri, un’esperienza essenziale per il graduale processo di autonomia dalla famiglia. Gradualmente prevale un più sviluppato senso di intimità che gli adolescenti condividono con i coetanei, passaggio decisivo per aumentare il livello di autostima e stabilire relazioni significative. L’adolescente trova nel gruppo dei pari, empatia, soddisfazione e autonomia, che facilitano la via per diventare membro della generazione, in cui dovrà stabilire la propria identità di adulto. Le esigenze biologiche di lasciare le proprie caratteristiche nella discendenza hanno fatto sì che la selezione naturale operasse per mantenere insieme i partner al di là dell’atto sessuale e del concepimento, in modo da tenerli legati in rapporti che sono ben più profondi di quelli che comunemente chiamiamo storie d’amore.
Le aspettative e il modo in cui ci si lega alla persona amata e si vive il rapporto di coppia sono fortemente influenzati dalle esperienze peculiari che ciascuno ha avuto da bambino con la propria figura di attaccamento, in maggioranza la madre, così che il rapporto madre-bambino può essere considerato il prototipo del legame di coppia.Sofisticati meccanismi cognitivi inconsapevoli, frutto della qualità della nostra prima relazione affettiva , faranno sì, che da adulti, le persone con quelle stesse caratteristiche, o con modo simile di rapportarsi a noi siano volutamente scelte al fine di costruire i nostri legami di coppia. Quindi da adulti si tenderà a istaurare legami che somigliano, nella loro struttura, a quelli di cui si è fatta esperienza da piccoli. Il motivo principale dell’innamorarsi è il bastarsi a vicenda, la possibilità di trovare un pieno appagamento in termini affettivi e sessuali nel rapporto instaurato con il partner prescelto. Solo i due innamorati sono coinvolti nel turbamento, solo loro possono sentire ciò che li lega. Gli altri, gli amici, sono improvvisamente degli estranei. Se si ama, se si incontra la persona giusta, se si vive un rapporto profondo, non si avverte l’esigenza di altri rapporti ed esperienze. La rilevanza di un rapporto sembra verificabile dal feeling che si stabilisce tra i partner, dal provare le stesse emozioni, dalla consonanza degli stati d’animo, dal condividere sensazioni uniche e speciali. Un feeling che fa provare sensazioni speciali, che porta ad una conoscenza intima ed esclusiva, ad uno stare bene reciproco, mettendo l’accento più sull’affinità emotiva e dei sentimenti, che sulla condivisione di particolari valori e ideali. L’attrazione inizia quando qualcuno diventa l’oggetto d’amore o di desiderio, entra nei nostri pensieri e li occupa per buona parte delle ore e della veglia. L’oggetto d’amore diviene ai nostri occhi unico e affascinante. Si crede che questo stato emotivo e alterato di coscienza, sia solo di noi stessi, unico al mondo. Durante questo periodo sono presenti una serie di emozioni, quali l’esaltazione, l’euforia, il desiderio, la speranza, ma anche la paura di perdere l’oggetto d’amore, che sfocia nella gelosia. Al periodo esultante o tormentoso dell’attrazione segue il periodo più tranquillo dell’attaccamento. Durante questo periodo dell’attaccamento, l’amore diventa tiepido, la coppia prova piacere a condividere le esperienze,ma il desiderio e la passione possono essere diminuiti.L’ attaccamento non è l’antitesi dell’ amore, ma è proprio esso a tenere legati tra loro i partner di una coppia, secondo un processo che porta gli amanti e poi i coniugi, a provare nelle varie fasi del loro rapporto, particolari emozioni, ciascuna che abbia una funzione per il buon andamento della relazione e per il loro benessere. Si sta assieme, si condivide un cammino, si converge in un’esperienza amorosa, in quanto la relazione risulta significativa, cioè rispondente ai criteri di soddisfazione reciproca sia in termini di scambio di piacere, che di possibilità comunicative. L’impegno in un rapporto di coppia sembra prodursi soltanto nel rispetto di precise condizioni di reciprocità, venendo meno le quali ogni partner riprende la propria libertà. Tutto questo può avvenire grazie alla comunicazione attraverso codici conosciuti solo dai due partner. L'incontro con la sessualità e l'amore, che dovrebbe essere promotore di sviluppo, suscita, invece, la fantasia di trovarsi su un baratro, stimolando la fuga indietro o il precipitarsi incautamente in avanti. Nonostante tutto la crisi adolescenziale è indispensabile per lo sviluppo umano.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
III Introduzione L’adolescenza è la forma di crescita e di sviluppo significativo che opera il passaggio da una dimensione evolutiva ludica ad una dimensione adulta. Quindi si diventa adulti attraverso l’adolescenza e cioè attraverso un processo di crescita formativa ed educativa che porta progressivamente alla piena maturità e all’età adulta. (Acone G., 2004) Questa età si caratterizza per una crisi di identità che tende a un migliore assestamento della personalità. È un momento evolutivo di transizione ricco di nuovi stimoli e interessi, teso a scoprire spazi di espressione esterni alla famiglia, (Bobba L. - Nicoli D., 1988) Essere giovane oggi, non indica più tanto un’età biologica, ma soprattutto una condizione sociale. Solo con la nascita della psicoanalisi, ufficialmente ad opera di Freud, nel 1900, si poté collegare geneticamente l'adolescenza alle precedenti fasi della vita. L'adolescenza è caratterizzata principalmente da cambiamenti fisici, che si riflettono in ogni aspetto del comportamento, ma l'età cronologica non fornisce un criterio valido per la maturazione fisica. L'accrescimento, soprattutto fisico, spesso pone a dura prova l'adattabilità psichica dell'individuo, dato che l'adolescente tende a confrontare il proprio sviluppo fisico con quello dei coetanei.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

adolescente
affettività
amore
coppia adolescente
età dello svincolo
gruppo dei pari
relazione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi