Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La qualità paga? La relazione fra prezzo e qualità dei vini Franciacorta

stime del prezzo edonico applicate al mercato vinicolo della Franciacorta. Fattori che influenzano il prezzo che i consumatori sono disposti a pagare per una bottiglia di spumante Franciacorta. Qualità sensoriali vs. qualità oggettive

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Il presente elaborato è frutto di un’analisi econometrica che tratta stime di prezzo edonico applicate al mercato vinicolo spumantistico della Franciacorta e del Trento. L’obiettivo che questo lavoro si propone è quello di scoprire quali sono i fattori che influiscono maggiormente sul prezzo che i consumatori sono disposti a pagare. Inoltre si vuole in questa sede indagare sulle differenze presenti tra le due regioni vinicole, con una particolare attenzione al caso della Franciacorta, che anno dopo anno dimostra sempre più il suo prestigio nella produzione spumantistica con un sempre più crescente numero di ettari coltivati e di bottiglie commercializzate. In passato sono state condotte ricerche analoghe sulla produzione vinicola di altre regioni, come i Bordeaux, i Burgundy, i Barolo e i Barbaresco, ma questo lavoro è il primo ad occuparsi della Franciacorta e del Trento. Queste due regioni produttrici sono sempre più rivali nella creazione degli spumanti, vista la sorprendente ascesa operata dalla Franciacorta negli ultimi dieci anni, mettendo in dubbio la superiorità del Trento, precursore nella produzione di bollicine già dal 1902 per mano di Giulio Ferrari. La presente ricerca, pur possedendo delle somiglianze con i lavori fin’ora svolti negli studi di prezzo edonico nell’ambito vinicolo redatti da Combris, Lecocq, e Visser, pone l’accento sull’importanza del giudizio delle guide nell’influenza delle scelte di acquisto dei consumatori (soprattutto i meno esperti). Nella prima parte di questo lavoro vengono brevemente descritte la storia e le tradizioni di Franciacorta e Trento, con lo scopo di delineare sin da subito le differenze tra le due regioni produttrici. Vengono inoltre fatti degli accenni sui tre vitigni utilizzati da entrambe: Chardonnay, Pinot Nero e Pinot Bianco; con le loro caratteristiche principali e la loro importanza nella composizione dello spumante. In ultimo vi è la descrizione del “metodo classico”, antica e laboriosa tecnica per la produzione dello spumante, certamente la più rinomata. Il passo successivo consiste nella descrizione della metodologia di prezzo edonico. Che cos’è? A che cosa serve? In quali ambiti può essere applicata? A queste ed altre domande viene dato risposta, con l’ulteriore ausilio della descrizione di tre ricerche di prezzo edonico condotte nell’ambito vinicolo da importanti ricercatori. Dopodiché ha inizio la parte applicativa, in cui viene fatto uso del database costruito tramite le tre guide di riferimento Duemilavini di AIS, Veronelli e Gambero rosso. 1

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Melania Spagnoli Contatta »

Composta da 54 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1328 click dal 04/11/2009.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.