Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il design e il distretto dell'arredamento del Livenza. Analisi di alcuni casi di studio.

La tesi offre una panoramica del design nel settore dell'arredamento e, nello specifico, del Distretto dell'Arredamento del Livenza (sito tra Veneto e Friuli Venezia Giulia). Oltre ad una parte teorica, la tesi presenta l'analisi di diversi casi empirici (non solo aziende del settore, ma anche un centro di formazione e uno studio di design) al fine di verificare come viene gestito il design e quali forme di marketing e comunicazione vengono adoperate all'interno della realtà distrettuale.

Mostra/Nascondi contenuto.
1. UNO SGUARDO D’INSIEME SUL DESIGN Comunemente con il termine design si indica l’insieme delle attività di ricerca, ideazione e progettazione, finalizzate alla realizzazione di un qualsiasi prodotto, sia materiale che immateriale. Ad un livello maggiore di complessità, riveste molta importanza il concetto di Design Management (termine usato per la prima volta da P. Gorb durante una conferenza sul design tenutasi ad Aspen), visto come “ definizione di una metodologia sistematica per gestire il processo di progettazione del sistema di prodotto e degli altri elementi dell’identità visuale dell’impresa; allocazione delle risorse alle attività del processo di design; coordinamento delle attività di design a tutti i livelli di impresa e tra impresa e soggetti esterni; selezione dei progetti di prodotto, in raccordo agli obiettivi aziendali; valutazione dei risultati dell’attività progettuale; mantenimento nel tempo della filosofia di design.” 1 Il design si pone quindi come attività globale, di ampio respiro, presente sin dalla definizione di una nuova strategia di prodotto e destinata a perdurare dopo il momento finale della commercializzazione: questo vale in particolar modo per il settore dell’arredamento, preso in esame in questa tesi. 1.1 Breve storia del design italiano nel settore del mobile 1.1.1 Il cambiamento della struttura industriale italiana Il secondo dopoguerra rappresenta il punto di svolta per il panorama economico italiano, fino a quel momento contrassegnato da un primario molto forte (8,5 milioni di addetti nel 1950), da un secondario ancora retrogrado ma in fase di sviluppo e da un terziario pressoché inesistente. Gli anni ’50 furono infatti caratterizzati da un grandissimo boom economico ed anche per quel che riguarda il settore del mobile lo sviluppo industriale è coinciso con un graduale incremento del numero degli addetti e del valore degli investimenti. Milioni di persone infatti migrarono nelle aree più sviluppate del paese in cerca di condizioni lavorative migliori e di salari più elevati: per la prima volta nella storia gran 1 Lojacono G. 2003, p. 86 7

Laurea liv.I

Facoltà: Interfacoltà Lettere e Filosofia / Scienze Politiche

Autore: Daniele Tonelli Contatta »

Composta da 93 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2387 click dal 11/11/2009.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.