Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'accesso diretto alle corti costituzionali per la tutela dei diritti

L'elaborato si propone ti trattare in chiave comparatistica l'istituto dell'accesso diretto alle Corti costituzionali come strumento di tutela dei diritti fondamentali violati da atti dei pubblici poteri. Le aree esaminate sono Germania, Austria, Svizzera, Spagna e Paesi Latinoamericani, i quali contemplano il ricorso diretto del singolo ai Tribunali Costituzionali.
Viene, inoltre, esaminato l'istituto dell'accesso incidentale come unica via di ricorso alla corte costituzionale, presente nel nostro ordinamento, evidenziandone peculiarità, pregi e difetti.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 1. INTRODUZIONE. Il tema dell’accesso diretto del singolo individuo alle corti costituzionali, finalizzato ad ottenere una tutela in relazione ai diritti fondamentali, si può inquadrare nell’ampio ambito della “Giustizia Costituzionale”, intesa come sistema di “garanzia giurisdizionale della Costituzione” 1 . Questo tema si esplica in una pluralità di forme e modelli, i quali trovano una matrice comune nella duplice immanente prospettiva della tutela e delle libertà fondamentali, da un lato, e della salvaguardia dell’equilibrio istituzionale tra i poteri pubblici dello Stato e delle sue articolazioni, dall’altro. Nel lavoro svolto, si é cercato, per quanto possibile, di analizzare, preliminarmente ed in modo generale, gli aspetti caratterizzanti il ricorso diretto e quello incidentale, soffermandosi successivamente sui profili procedurali specifici del tema in questione negli Stati scelti in chiave comparatistica, cioè Germania, Austria, Svizzera, Spagna e Paesi Sudamericani. Infine l’analisi si incentrerà sulla situazione in Italia, soprattutto per quanto riguarda le proposte avanzate in merito all’introduzione di un modello di ricorso costituzionale diretto del singolo alle Corti Supreme, cercando di evidenziarne pregi, difetti e aspetti problematici. 1 H. KELSEN, La garantie juridictionnelle de la Constitution, in Revue de droit public et science politique, 1928, 197.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Maria Rando Contatta »

Composta da 176 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2084 click dal 11/11/2009.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.