Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La letteratura della migrazione in Francia: Calixthe Beyala

La tesi verte sull'opera di Calixthe Beyala, scrittrice camerunese che scrive in lingua francese, e in particolare sui romanzi tradotti in italiano: A bruciarmi è stato il sole, Come cucinarsi il marito all'africana, Gli onori perduti e Selvaggi amori. Calixthe Beyala, esempio di scrittrice migrante, cerca attraverso la scrittura e la letteratura di riconsegnare alla donna africana la dignità perduta, soppressa e calpestata dall'indifferenza e dalla ferocia dell'uomo. Questo lavoro mira a dare voce ad un nuovo ambito della letteratura, rappresentato dalla scrittura migrante.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE ALLA LETTERATURA DELLA MIGRAZIONE Da qualche anno a questa parte si va diffondendo una corrente letteraria di estremo interesse che tocca i dilemmi della vita, spolvera verità nascoste e ci insinua nel vortice dolore: la letteratura della migrazione. È il prodotto delle contraddizioni del Mondo attuale, concepito a sua volta dall’incedere violento dell’utilitarismo e dalla frantumazione della sfera degli affetti. Leggere della produzione letteraria della migrazione vuol dire andare oltre il contenuto di un romanzo, poiché questo incomincia nel momento in cui finisce. Si chiude il libro, lo si appoggia sulla scrivania e ci si sdraia sul letto. Con gli occhi verso il soffitto si ripercorrono le storie lette e si ritraggono le scene che la nostra mente ha acquisito. Qui si cerca il senso, i punti di domanda si disseminano tra il bianco e le fenditure dell’intonaco, i “perché” si strattonano nell’angolo interiore riservato alla ragione che fatica a comprendere l’impaziente movimento di questa trottola impazzita, su cui poggiamo il sedere da quando qualcuno o qualcosa decise di scandire il ritmo del tempo. Per letteratura della migrazione intendiamo tutto quel lavoro di scrittura elaborato dai migranti, scritto nella lingua del paese in cui si arriva. Questo è il paese-salvezza bramato nelle bidonville africane, in qualche baraccopoli del Sud America, nei villaggi dell’Est-europeo, ma anche nei bassifondi dei paesi industrializzati, ove il dispiegamento delle risorse risulta essere a favore di alcuni e a danno di molti. Da anni ormai la linea virtuale che divide il Mondo in Nord e Sud comincia ad essere assai visibile e marcata. L’assetto planetario degli atlanti geografici, o quello rappresentatoci dalla televisione che tende a descrivere tutto come Oriente e Occidente, americano, europeo, africano e

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Emanuele Galoni Contatta »

Composta da 54 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2912 click dal 11/11/2009.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.