Skip to content

Il diritto d'autore nell'era digitale

Informazioni tesi

  Autore: Silvia Lauretti
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Roma Tor Vergata
  Facoltà: Lettere
  Corso: Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo
  Relatore: Luisa Capelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 311

Questo lavoro intende analizzare le trasformazioni che stanno coinvolgendo la tutela della proprietà intellettuale, il dibattito esploso intorno alla legittimità o meno del diritto d’autore, le direzioni verso cui si stanno muovendo le normative internazionali e le possibili prospettive future. Un oggetto digitale, qualunque sia il suo contenuto, può essere oggi riprodotto in un numero indefinito di copie identiche a costi effettivi quasi nulli, senza alcuna difficoltà e senza alcun degrado qualitativo rispetto all’originale. Un’innovazione che ha minato alla base il sistema tradizionale di copyright, basato appunto sulla possibilità esclusiva di riprodurre e diffondere copie. La conseguenza più rilevante è stata la rapida diffusione della riproduzione illegale di prodotti intellettuali in formato digitale, di fronte alla quale i legislatori stanno intervenendo con un costante rinnovamento della normativa a livello planetario.
In questo passaggio dal vecchio al nuovo sono emerse convinzioni diametralmente opposte: da una parte correnti di pensiero conservatrici, dall’altra idee progressiste fautrici di una libera circolazione delle idee, secondo cui le tradizionali normative a protezione del diritto d’autore non hanno più alcuna ragione di esistere nella nuova era del digitale, dato l’abbattimento dei costi di riproduzione e distribuzione. In posizione intermedia si collocano i sostenitori del copyleft: un modello alternativo nella gestione dei diritti autorali che intende conciliare il rispetto del copyright con la possibilità per gli autori di rendere liberi i propri contenuti quando lo ritengano opportuno.
Ma la trasformazione del processo produttivo, nel senso della “smaterializzazione”, implica anche un diverso trattamento dei contenuti che si traduce nella necessità di ricercare nuove modalità di composizione dell’offerta e nuove formule editoriali. A tale proposito, in questo lavoro, vengono trattati alcuni casi specifici che possono rappresentare dei nuovi modelli di business per l’editoria del futuro, tra i quali il progetto di biblioteca virtuale portato avanti dal motore di ricerca Google (Google Book Search).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione L’incessante sviluppo tecnologico, verificatosi negli ultimi an- ni a livello mondiale, ha avuto un fortissimo impatto su molti am- biti della società contemporanea. Nell’industria culturale il cam- biamento ha riguardato i meccanismi della produzione industriale, le modalità di fruizione, comunicazione, diffusione delle informa- zioni e il concetto stesso di opera. Viviamo oggi nella cosiddetta era della comunicazione digita- le, dove una creazione intellettuale può essere ampiamente e fa- cilmente manipolata, scomposta e ricomposta. In tale contesto è Internet, con i suoi standard e i suoi formati, a imporre le regole: dapprima mezzo riservato a pochi, la Rete ha infatti, in breve tempo, conquistato milioni e milioni di utenti, offrendo loro sem- pre nuove possibiltà di acquisizione e manipolazione dei contenu- ti. Non a caso si utilizza spesso il termine “catturati dalla Rete”, per sottolineare l’irresistibile forza attrattiva sprigionata da questo straordinario (e sempre in evoluzione) mezzo di comunicazione. Le opportunità offerte da Internet hanno stravolto le abitudini di fruizione delle opere dell’ingegno e di conseguenza le normati- ve che le tutelano. Nell’attuale società dell’informazione, ogni opera, sia essa testuale, sonora o grafica, per mezzo della digita- lizzazione può essere duplicata, come un comune file, da qualsiasi computer un numero infinito di volte senza perdere qualità e defi- nizione. Di conseguenza il sistema tradizionale di copyright, basato appunto sulla possibilità esclusiva di riprodurre e diffondere copie, è stato minato alla base. In questo passaggio dal vecchio al nuovo si sono sviluppate convinzioni opposte in merito alla tutela della proprietà intellettuale. Da una parte correnti di pensiero conservatrici, dall’altra idee progressiste che vedono nel nuovo mezzo il baluardo di una vec-

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

copyleft
copyright
digitale
diritto d'autore
dmca
editoria copyleft
era digitale
eucd
europeana
google book search
internet
no-copyright
proprietà intellettuale
tutela del diritti d'autore su internet
tutela diritti autore
tutela diritto autore internet
tutela proprietà intellettuale
web copyright

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi