Skip to content

Due teorie sull’usabilità del Web a confronto: la “pratica della semplicità” di Jakob Nielsen e l’ “approccio psicologico” di Albert Badre

Informazioni tesi

  Autore: Elisa Olzeri
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Pavia
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Marco Porta
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 51

A Web site is usable when it is easy to use and provides a successful user experience.
Today the user is becoming very exigent. He wants to find somewhere in the Web what he needs and he wants to find it easily. If his goals are not achieved in a Web site he goes to another site with one click of the mouse.
In the World Wide Web exist nowadays a lot of Web sites which are easy to reach. Everyday new Web sites are born. It is necessary to design Web sites which are easy to use and consider the expectations, the needs and the experience of the user. It is necessary to design Web sites which satisfy, hold back the user and create affection.
If a Web site is badly designed the user will find difficulties in finding the information. He will be confused, unsatisfied and frustrated. This will bring the less of money because the users will not loose time in a Web site difficult to use with the great offer of other Web site.
Nowadays the user is impatient and desire to be immediately satisfied. He has a goal and he wants straightaway to achieve it.
In my work I compare the idea of usability of two experts of this context, Jakob Nielsen and Albert Badre, who are the founder of the Nielsen Norman Group and the Interfacile, which are consulting firm of World Wide renown. In particularly my goal is to compare their ideas about usability finding the main similarities and the main differences.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Negli ultimi anni il Web ha acquistato notevole importanza, e da tecnologia utilizzata esclusivamente da progettisti o persone in possesso di cultura e competenze tecniche è diventato un prodotto di massa. Oggi il Web è uno strumento molto diffuso, a cui milioni di persone si rivolgono per ottenere informazioni, per comunicare, per fare acquisti e molto altro ancora. L’atteggiamento degli utenti verso di esso sta cambiando: in precedenza anche il solo fatto di poter reperire informazioni da ogni parte del mondo era motivo di soddisfazione, mentre ora stiamo diventando sempre più esigenti e meno tolleranti. Ci aspettiamo che da qualche parte nel Web ci sia quello che stiamo cercando e lo vogliamo trovare facilmente; se le nostre aspettative non vengono soddisfatte da un sito Internet, ci spostiamo presto su un altro. “La concorrenza nel Web è a portata di clic”, esistono milioni di siti Internet facilmente raggiungibili, e ogni giorno ne nascono di nuovi. E’ dunque necessario progettare siti Internet facili da usare, che tengano conto delle aspettative, delle esigenze e dell’esperienza dell’utente, che rispecchino i suoi modelli mentali in modo da soddisfarlo, trattenerlo, e creare affezione. Sostanzialmente, il modello del progettista deve coincidere con il modello dell’utente finale, ovvero il modello di funzionamento del prodotto che l’utente si figura. Un sito mal progettato significa difficoltà di reperimento delle informazioni da parte dell’utente, confusione, insoddisfazione e frustrazione; indirettamente porterà ad affari mancati e perdita di possibili guadagni per l’azienda, in quanto difficilmente, con l’ampia offerta di siti disponibili, un utente perderà tempo su un sito difficile da usare, e tanto meno vi farà ritorno. L’utente d’oggi, inoltre, mostra sempre più impazienza e un desiderio di soddisfazione immediata: ha un obiettivo preciso, e vuole realizzarlo in fretta.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi