Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Mortgage Insurance


In questa tesi, ci si dedicherà dapprima alla descrizione di questi due prodotti assicurativi: Credit Protection Insurance e Mortgage Insurance sotto gli aspetti commerciale, tecnico e legislativo. Poi ci si dedicherà ad analizzare l’impatto che la crisi sta avendo su questo segmento assicurativo prendendo in considerazione la situazione spagnola che, come vedremo, è particolarmente indicata a tale scopo.

Mostra/Nascondi contenuto.
 4 INTRODUZIONE L’attuale crisi economica, come ormai universalmente accettato, ha avuto origine nella profonda crisi finanziaria che si è sviluppata negli Stati Uniti dall’anno 2007. A sua volta, la crisi americana è figlia di una politica eccessivamente spregiudicata da parte degli istituti di credito nella concessione di prestiti, in particolare prestiti personali finalizzati all’acquisto della prima casa. Gli ormai arcinoti mutui sub-prime, cioè i mutui ad alto rischio in quanto concessi a soggetti con pochi mezzi per restituire il debito, hanno avuto un ruolo decisivo nella formazione di questa crisi dal momento che la loro concessione ha rappresentato l’investimento, altamente speculativo, su cui si è poggiato il castello che poi è miseramente cascato trascinando tutto il mondo in una delle crisi economiche più dure dell’ultimo secolo. Un effetto della crisi è stato, dunque, quello di portare l’attenzione su un’operazione economica altamente diffusa in tutti i Paesi più sviluppati: il mutuo per l’acquisto della casa. Il mutuo rappresenta un’operazione economico-finanziaria in cui agiscono basicamente due soggetti: un creditore rappresentato normalmente da una banca o da una cassa di risparmio o, più in generale, da un qualsiasi soggetto autorizzato alla concessione di prestiti di questo tipo; e da un mutuatario, normalmente rappresentato da un nucleo familiare interessato all’acquisto di una casa. Quest’operazione economico-finanziaria, pur potendosi presentare sotto diverse forme, è fondamentalmente costituita dalla concessione di un prestito da parte dell’istituto di credito che permette al mutuario di acquistare un bene molto caro, un immobile ad uso abitativo, a cui altrimenti non avrebbe accesso. Da parte sua, il mutuatario si impegna a restituire il credito concessogli, e i corrispondenti interessi, in un determinato intervallo temporale, la cui ampiezza dipende normalmente dall’ammontare del prestito, e secondo criteri e condizioni stabiliti al momento della concessione. Si tratta normalmente di un rapporto, quello tra creditore e mutuatario, molto lungo nel tempo che può arrivare anche a venticinque anni (in Italia le durate dei mutui hanno ancora durate non eccessivamente lunghe, ma in Giappone, ad esempio, si parla di mutui a sessanta anni). In un intervallo temporale di tale ampiezza possono ovviamente verificarsi molti eventi tali da compromettere la felice finalizzazione dell’operazione. Questo significa che, al momento di concedere un mutuo, un istituto di credito decide di assumere il rischio, che a seconda delle circostanze può essere più o meno elevato, di non vedersi restituito il denaro prestato. Il mutuatario invece, assume anch’egli un rischio perché magari, dopo svariati anni di pagamenti, potrebbe ritrovarsi con nulla tra le mani. Proprio per questa ragione, ai mutui sono associate una serie di forme assicurative che cercano di limitare questi rischi. Per l’istituto che ha concesso il credito queste forme assicurative garantiscono

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Statistiche

Autore: Claudio De Matteo Contatta »

Composta da 166 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 655 click dal 09/11/2009.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.