Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi tecnica: metodi ed applicazioni al titolo Enel


Negli ultimi anni il processo di internazionalizzazione dei mercati e dei servizi finanziari ha visto una sempre piu’ frequente dinamica che ha indotto a modificare l’approccio e l’analisi degli stessi a causa anche dell’ingente evoluzione normativa (deregulation) avvenuta negli anni 70 con l’introduzione , a partire dal 1974 dell’istituto di vigilanza autorizzato a monitore il mercato mobiliare italiano (CONSOB) e nei primi anni “80 dall'avvento dei fondi comuni e delle SICAV che hanno spianato poi la strada alle forme di privatizzazione avvenute negli anni 90 del mercato mobiliare italiano, prevedendo modelli di gestione dei mercati sulla scia di quelli angloamericani.
Non e’ poi argomento secondario l’introduzione, grazie all’influenza dei mercati anglosassoni , di tecniche di analisi finanziaria del tutto innovative per il nostro mercato. Infatti si trattava allora come ora di tecniche previsive poco impiegate in Italia grazie proprio allo studio previsivo dei mercati fornito dall’analisi finanziaria costituita dai due pillars dell’analisi fondamentale e dall’analisi tecnica ,che e’ stato possibile migliorare la partecipazione al trading di investitori individuali che operano autonomamente allocando le loro risorse finanziarie con la tecnica del” fai da te”avvalendosi proprio di strumenti come le piattaforme trading, l’ analisi tecnica e la consulenza e dei corsi di formazione finanziaria forniti da operatori autorizzati alla prestazione di servizi di investimento (banche, societa’ di intermediazione mobiliare, societa’ di gestione del risparmio).
E’ proprio sulla materia previsiva dell’analisi tecnica che il seguente lavoro di tesi focalizzera’ l’attenzione su quei presupposti, anche teorici e gli strumenti caratteristici dell’analisi tecnica ,rilevando che alle fondamenta di questa materia vi e’ l’assoluta certezza che l’osservanza dei dati storici inerenti la situazione degli asset quotati,senza considerare la situazione economico-finanziaria delle societa’ emittenti gli stessi ,consentira’ di trarne utili opportunita’ di investimento in un’ottica di scalping ovvero di breve termine.
La stesura del paper ha previsto la trattazione in primis riferita alla presentazione dell’analisi tecnica e degli studiosi promotori della stessa come Charles Dow e la sua teoria definita propedeutica per gli studi compiuti dai successivi Elliott Gann e Bollinger i quali sostenevano che il pricing del titolo e’ definibile ex ante poiche’ il mercato sconta tutte le informazioni disponibili in sede di analisi e perche’ ci si avvale di una sua psicologia ed un sentiment del trader dal quale si creera’ una possibile strategia di investimento. Tesi questa contrastante con i sostenitori della Random Walk Theory come Fama & French, i quali ritenevano che il prezzo del titolo di borsa fosse una conseguenza del movimento stocastico con una dinamica non stazionaria che realizzasse un trend definito “passeggiata casuale” ed affiancandosi alla teoria dell ‘efficienza del mercato mobiliare.
E’ seguita la trattazione dei due elementi dell’analisi tecnica ovvero: charting:comunemente definita analisi grafica
algoritmica:caratterizzata dalla presenza delle medie mobile di Dow ,Granville e le bande di Bollinger. La parte terza della relazione si completa con l’analisi operativa su titoli azionari inclusi nel basket principale del nuovo FTSE Mib e grazie all’ausilio di una piattaforma trading della ProRealTime ho potuto gestire il monitoring quotidianamente osservandone i mutamenti ed implementando possibili strategie di trading sulla base di quanto appreso dal corso universitario , focalizzando l’attenzione su alcuni titoli di mio interesse tra i quali Enel sicuramente ha prevalso sugli altri. Titoli analizzati comunque da molteplici punti di vista con una view di short,middle e long term, affiancati anche da grafici ed infine principi di Money Management impiegati nel periodo caratterizzante la stesura del lavoro.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 INTRODUZIONE Negli ultimi anni il processo di internazionalizzazione dei mercati e dei servizi finanziari ha visto una VHPSUH SLX¶ IUHTXHQWH GLQDPLFD FKH KD LQGRWWR D PRGLILFDUH O¶DSSURFFLR H O¶DQDOLVL GHJOL VWHVVL D FDXVD DQFKH GHOO¶LQJHQWH HYROX]LRQH QRUPDWLYD (deregulation) DYYHQXWDQHJOLDQQLFRQO¶LQWURGX]LRQH DSDUWLUHGDOGHOO¶LVWLWXWR di vigilanza autorizzato a monitore il mercato mobiliare italiano (CONSOB) e nei primi DQQL³GDOO DYYHQWRGHLIRQGLFRPXQLHGHOOH6,&$9FKHKDQQRVSLDQDWRSRLOD strada alle forme di privatizzazione avvenute negli anni 90 del mercato mobiliare italiano, prevedendo modelli di gestione dei mercati sulla scia di quelli angloamericani. 1RQ H¶ SRL DUJRPHQWR VHFRQGDULR O¶LQWURGX]LRQH JUD]LH DOO¶LQIOXHQ]D dei mercati anglosassoni , di tecniche di analisi finanziaria del tutto innovative per il nostro mercato. Infatti si trattava allora come ora di tecniche previsive poco impiegate in Italia JUD]LHSURSULRDOORVWXGLRSUHYLVLYRGHLPHUFDWLIRUQLWRGDOO¶DQDOLVLILQDQ]LDULDFRVWLWXLWD GDL GXH SLOODUV GHOO¶DQDOLVL IRQGDPHQWDOH H GDOO¶DQDOLVL WHFQLFD FKH H¶ VWDWR SRVVLELOH migliorare la partecipazione al trading di investitori individuali che operano DXWRQRPDPHQWH DOORFDQGR OH ORUR ULVRUVH ILQDQ]LDULH FRQ OD WHFQLFD GHO´ IDL GD WH´DYYDOHQGRVLSURSULRGLVWUXPHQWLFRPHOHSLDWWDIRUPHWUDGLQJ O¶ DQalisi tecnica e la consulenza e dei corsi di formazione finanziaria forniti da operatori autorizzati alla prestazione di servizi di investimento EDQFKH VRFLHWD¶ di intermediazione mobiliare, sociHWD¶GLJHVWLRQHGHOULVSDUPLR  (¶ SURSULR VXOOD PDWHULD SUHYLVLYD GHOO¶DQDOLVL WHFQLFD FKH LO VHJXHQWH ODYRUR GL WHVL IRFDOL]]HUD¶O¶DWWHQ]LRQHVXTXHLSUHVXSSRVWL anche teorici e gli strumenti caratteristici GHOO¶DQDOLVL WHFQLFD ULOHYDQGR FKH DOOH IRQGDPHQWD GL TXHVWD PDWHULD YL H¶ O¶DVVROXWD FHUWH]]DFKHO¶Rsservanza dei dati storici inerenti la situazione degli asset quotati,senza considerare la situazione economico-ILQDQ]LDULD GHOOH VRFLHWD¶ HPLWWHQWL JOL VWHVVL FRQVHQWLUD¶GLWUDUQHXWLOLRSSRUWXQLWD¶GLLQYHVWLPHQWRLQXQ¶RWWLFDGLVFalping ovvero di breve termine. La stesura del paper ha previsto la trattazione in primis riferita alla presentazione GHOO¶DQDOLVL WHFQLFD HGHJOL VWXGLRVLSURPRWRULGHOOD VWHVVDFRPH&KDUOHV'RZH OD VXD teoria definita propedeutica per gli studi compiuti dai successivi Elliott Gann e %ROOLQJHU L TXDOL VRVWHQHYDQR FKH LO SULFLQJ GHO WLWROR H¶ GHILQLELOH H[ DQWH SRLFKH¶ LO

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Pierpaolo Cassese Contatta »

Composta da 80 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1860 click dal 11/11/2009.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.