Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'e-learning come nuovo strumento a supporto dell'apprendimento nella società della conoscenza

L’evoluzione tecnologica ha esercitato un impatto notevole sul sistema insegnamento-apprendimento, sia nell’ambito della formazione sia dell’aggiornamento, facilitando il contatto e l’erogazione dei servizi al docente e allo studente, migliorando la comunicazione e ottimizzando l’uso delle risorse umane e strumentali. Nella società della conoscenza, l’e-learning si mostra come un’alternativa reale, non più solo un’ipotesi per il futuro, ma un’ulteriore possibilità per l’apprendimento.
L’e-learning, infatti, propriamente utilizzato, consente di modificare il modo di fruire e fare didattica, trasformando la comunicazione unilaterale e la supervisione dall’alto verso il basso in un lavoro di gruppo, d’interazione e cooperazione tra pari. La figura principale non è più quella del docente, ma si sviluppa una comunità costituita da docenti, tutor e studenti, che si configurano come “una comunità che costruisce conoscenze” . La presenza del docente naturalmente non può essere sostituita, piuttosto gli strumenti informatici possono rappresentare un valido e potente supporto alla didattica tradizionale. Non a caso i migliori risultati si ottengono con una scelta blended in cui parte del corso è erogata in presenza con tradizionali lezioni frontali e parte online con attività ed esercitazioni da svolgere all’interno di una piattaforma e strumenti per l’interazione tra i diversi attori.
Insomma, cambia il modo di fare didattica: lo studente è messo in condizione di apprendere qualcosa non soltanto ed esclusivamente dalla lezione del docente e dallo studio dei libri, ma anche attraverso lo scambio intellettuale tra colleghi, grazie all’interazione favorita dalla rete. Con tale metodologia, dunque, non si vuole semplicemente trasmettere il sapere, ma piuttosto si mira a rendere gli studenti interattivi non solo con il docente ma anche tra loro, e si tende a stimolarli a compiere un proprio percorso formativo, a pensare in modo autonomo, a prendere iniziative originali per la risoluzione di un problema d’interesse comune.
Il tema centrale di questa tesi riguarda proprio il rapporto formazione/tecnologia e in particolare come la tecnologia sia riuscita a cambiare le modalità di erogazione e di fruizione della formazione. Ad un’esposizione teorica si affianca lo sviluppo del prototipo di un corso e-learning per l’apprendimento della lingua inglese.
Nel capitolo 1 viene fornita la definizione di formazione a distanza, le sue origini storiche con le tre fasi di evoluzione: la FaD di prima generazione, la FaD di seconda generazione e la FaD di terza generazione e vengono esposti i primi programmi informatici per l’autoapprendimento: Computer Aided Instruction (CAI), Computer Based Training (CBT), Internet Based Training (IBT) e Web Based Training (WBT).
Nel capitolo 2 viene presentato il concetto di e-learning come possibilità di imparare sfruttando la rete internet e la diffusione di informazioni a distanza. Inoltre, vengono esposte le sue caratteristiche tecnologiche, le piattaforme di e-learning, i learning object e le figure professionali che si vanno delineando sempre più nettamente nei diversi step della filiera progettuale, produttiva, erogativa e valutativa dell’e-learning.
Il capitolo 3 presenta le modalità e gli strumenti utilizzati per la realizzazione di un corso e-learning, mentre il capitolo 4 presenta i contesti dove l’e-learning viene “chiamato in causa”. Si tratta di corsi online per la formazione scolastica e universitaria, delle applicazioni dell’e-learning in telemedicina, business e formazione aziendale.
Nell’ultimo capitolo vengono infine messe in pratica le applicazioni teoriche dell’e-learning, in questo caso nell’apprendimento dell’inglese. Viene realizzato il prototipo di un portale web che contiene lezioni e test online di grammatica e di vocabolario.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 PREMESSA L’evoluzione tecnologica ha esercitato un impatto notevole sul sistema insegnamento- apprendimento, sia nell’ambito della formazione sia dell’aggiornamento, facilitando il contatto e l’erogazione dei servizi al docente e allo studente, migliorando la comunicazione e ottimizzando l’uso delle risorse umane e strumentali. Nella società della conoscenza, l’e- learning si mostra come un’alternativa reale, non più solo un’ipotesi per il futuro, ma un’ulteriore possibilità per l’apprendimento. L’e-learning, infatti, propriamente utilizzato, consente di modificare il modo di fruire e fare didattica, trasformando la comunicazione unilaterale e la supervisione dall’alto verso il basso in un lavoro di gruppo, d’interazione e cooperazione tra pari. La figura principale non è più quella del docente, ma si sviluppa una comunità costituita da docenti, tutor e studenti, che si configurano come “una comunità che costruisce conoscenze”1. La presenza del docente naturalmente non può essere sostituita, piuttosto gli strumenti informatici possono rappresentare un valido e potente supporto alla didattica tradizionale. Non a caso i migliori risultati si ottengono con una scelta blended in cui parte del corso è erogata in presenza con tradizionali lezioni frontali e parte online con attività ed esercitazioni da svolgere all’interno di una piattaforma e strumenti per l’interazione tra i diversi attori. Insomma, cambia il modo di fare didattica: lo studente è messo in condizione di apprendere qualcosa non soltanto ed esclusivamente dalla lezione del docente e dallo studio dei libri, ma anche attraverso lo scambio intellettuale tra colleghi, grazie all’interazione favorita dalla rete. Con tale metodologia, dunque, non si vuole semplicemente trasmettere il sapere, ma piuttosto si mira a rendere gli studenti interattivi non solo con il docente ma anche tra loro, e si tende a stimolarli a compiere un proprio percorso formativo, a pensare in modo autonomo, a prendere iniziative originali per la risoluzione di un problema d’interesse comune. Il tema centrale di questa tesi riguarda proprio il rapporto formazione/tecnologia e in particolare come la tecnologia sia riuscita a cambiare le modalità di erogazione e di fruizione della formazione. Ad un’esposizione teorica si affianca lo sviluppo del prototipo di un corso e-learning per l’apprendimento della lingua inglese. Nel capitolo 1 viene fornita la definizione di formazione a distanza, le sue origini storiche con le tre fasi di evoluzione: la FaD di prima generazione, la FaD di seconda generazione e la FaD di terza generazione e vengono esposti i primi programmi informatici 1 S. Cacciamani, Psicologia per l’insegnamento, Carocci, 2002

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Ioana Andrada Stal Contatta »

Composta da 88 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6866 click dal 24/11/2009.

 

Consultata integralmente 29 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.