Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Generi e generazioni nell'organizzazione di una multinazionale tascabile

L’azienda oggetto della mia analisi fa parte di quelle piccole medie imprese italiane che stanno cercando di muoversi, con idiosincratiche e originali strategie, all’interno di un mercato sempre più inglobante e mondializzato.
Il settore di elezione in cui opera l’impresa è quello dei semilavorati per pasticceria e gelateria artigianali e vi opera ormai da oltre mezzo secolo. Ad oggi l’azienda si trova ad affrontare il terzo passaggio generazionale, svolta che, come vedremo, appare cruciale per tutto l’assetto organizzativo della stessa.
E’ uno studio di caso che si pone l’obiettivo di analizzare la vitalità di una piccola media impresa famigliare nel mercato mondializzato.
Sulla scorta delle intuizioni di Bonomi in merito alla nascita delle multinazionali tascabili , la domanda della ricerca si rivolge alle strategie messe in campo da questa azienda nell’affrontare il moderno mercato globale e la propria crescita dimensionale valutando l’impatto di tali strategie sugli assetti organizzativi dell’impresa, cercando di ipotizzarne gli sviluppi e rintracciandone i punti deboli e maggiormente cruciali.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 ƒ INTRODUZIONE RAGIONI DELLA RICERCA SU DI UNA MULTINAZIONALE TASCABILE L’azienda oggetto della mia analisi fa parte di quelle piccole medie imprese italiane che stanno cercando di muoversi, con idiosincratiche e originali strategie, all’interno di un mercato sempre più inglobante e mondializzato. Il settore di elezione in cui opera l’impresa è quello dei semilavorati per pasticceria e gelateria artigianali e vi opera ormai da oltre mezzo secolo. Ad oggi l’azienda si trova ad affrontare il terzo passaggio generazionale, svolta che, come vedremo, appare cruciale per tutto l’assetto organizzativo della stessa. E’ uno studio di caso che si pone l’obiettivo di analizzare la vitalità di una piccola media impresa famigliare nel mercato mondializzato. Sulla scorta delle intuizioni di Bonomi in merito alla nascita delle multinazionali tascabili 1 , la domanda della ricerca si rivolge alle strategie messe in campo da questa azienda nell’affrontare il moderno mercato globale e la propria crescita dimensionale valutando l’impatto di tali strategie sugli assetti organizzativi dell’impresa, cercando di ipotizzarne gli sviluppi e rintracciandone i punti deboli e maggiormente cruciali. Dopo aver descritto dal punto di vista storico l’azienda ed aver fatto un bilancio relativamente alla concorrenza all’interno del settore, ci si chiede quali siano i tratti distintivi dell’azienda dal punto di vista organizzativo, in che modo questi stiano mutando negli anni e quali siano gli scenari futuri che si possono intravedere. Si analizza la questione centrale della managerialità non proprietaria ed essendo cruciale, in questo contesto, la variabile genere, che tipo di managerialità femminile emerga dall’analisi. Si affronta il tema del passaggio generazionale, dei modi in cui viene vissuto, le difficoltà che comporta ed i possibili sviluppi. Infine, dai dati emersi, si cerca di fare un bilancio di ciò che il modello implica a livello globale, di come possa essere adattato ai nuovi mercati e quali siano le reali possibilità di crescita e sviluppo dell’azienda in questi contesti. La metodologia della ricerca si basa su tre metodi principali: - interviste discorsive libere - osservazione partecipante - raccolta documentaria Sono stati intervistati in profondità l’amministratore delegato ed i suoi figli, la direttrice amministrativa e alcuni dipendenti appartenenti a settori aziendali differenti. Le interviste sono state fatte in sede e sono durate per ognuno dei soggetti intervistati mai meno di sessanta minuti. Gli argomenti affrontati spaziano dal clima aziendale al ruolo della comunicazione, dalla cooperazione alla successione imprenditoriale a seconda della persona intervistata. Ognuno di loro si è mostrato disponibile ed estremamente paziente, a 1 Aldo Bonomi, Il Capitalismo molecolare. La società al lavoro nel Nord Italia, Giulio Einaudi Editore, Torino 1997, pag. 8

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Lia Tirabeni Contatta »

Composta da 141 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 509 click dal 24/11/2009.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.