Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Lo yield management nei mercati turistici: il caso delle strutture ricettive e delle compagnie aeree

Yield management significa letteralmente “gestione del rendimento”. Gestione che ovviamente deve essere orientata alla massimizzazione del profitto dell’azienda. Il termine nasce negli Stati Uniti nel 1978, a seguito della deregolamentazione del trasporto aereo e alla nascita di nuove compagnie indipendenti. Al giorno d’oggi queste tecniche vengono usate non solamente dai vettori aerei, ma da tutte quelle imprese che offrono un prodotto non immagazzinabile e soggetto a una domanda fluttuante. Anche se il risultato economico di un’azienda è dato dalla differenza tra ricavi e costi, molto spesso la letteratura economica si è concentrata più sul secondo elemento, tralasciando l’argomento “ricavi”. In questo lavoro si prova ad affrontare il tema dell’ottimizzazione del reddito, esaminando congiuntamente ricavi e costi.
Dopo un’introduzione generale sulle teorie dello Yield Management, vengono analizzati il settore dei trasporti aerei e quello alberghiero, probabilmente i due più significativi in termini di Yield Management. Per quanto riguarda i vettori aerei, si applica la teoria esplicata nel primo capitolo ai casi concreti di due importanti compagnie: Air France e Ryanair, cercando di capire le differenze fra compagnie di bandiera e vettori low – cost e cercando di dare una motivazione logica al perché alcune compagnie tendano a far volare quasi gratis i propri passeggeri.
Nell’ultimo capitolo si parla invece dell’applicazione dello Yield Management al comparto della ricettività turistica, puntando su quella alberghiera. Verrà descritto il quadro generale della situazione italiana e successivamente la realtà della Provincia di Rimini e della Riviera Romagnola.
La raccolta di dati e informazioni è avvenuta sia dai manuali specialistici che direttamente sul campo, monitorando giorno per giorno i siti web di vendita per quanto riguarda le compagnie aeree e intervistando direttamente gli albergatori coinvolti per quanto riguarda il terzo capitolo.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Yield management significa letteralmente “gestione del rendimento”. Gestione che ovviamente deve essere orientata alla massimizzazione del profitto dell’azienda. Il termine nasce negli Stati Uniti nel 1978, a seguito della deregolamentazione del trasporto aereo e alla nascita di nuove compagnie indipendenti. Al giorno d’oggi queste tecniche vengono usate non solamente dai vettori aerei, ma da tutte quelle imprese che offrono un prodotto non immagazzinabile e soggetto a una domanda fluttuante. Anche se il risultato economico di un’azienda è dato dalla differenza tra ricavi e costi, molto spesso la letteratura economica si è concentrata più sul secondo elemento, tralasciando l’argomento “ricavi”. In questo lavoro si prova ad affrontare il tema dell’ottimizzazione del reddito, esaminando congiuntamente ricavi e costi. Dopo un’introduzione generale sulle teorie dello Yield Management, vengono analizzati il settore dei trasporti aerei e quello alberghiero, probabilmente i due più significativi in termini di Yield Management. Per quanto riguarda i vettori aerei, si applica la teoria esplicata nel primo capitolo ai casi concreti di due importanti compagnie: Air France e Ryanair, cercando di capire le differenze fra compagnie di bandiera e vettori low – cost e cercando di dare una motivazione logica al perché alcune compagnie tendano a far volare quasi gratis i propri passeggeri. Nell’ultimo capitolo si parla invece dell’applicazione dello Yield Management al comparto della ricettività turistica, puntando su quella alberghiera. Verrà descritto il quadro generale della situazione italiana e successivamente la realtà della Provincia di Rimini e della Riviera Romagnola. La raccolta di dati e informazioni è avvenuta sia dai manuali specialistici che direttamente sul campo, monitorando giorno per giorno i siti web di vendita per quanto riguarda le compagnie aeree e intervistando direttamente gli albergatori coinvolti per quanto riguarda il terzo capitolo.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Marco Zavatta Contatta »

Composta da 41 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3429 click dal 03/12/2009.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.