Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

IBM, l’innovazione oltre i confini della tecnologia: i progetti “Green” e il Management Ambientale

Il presente lavoro vuole dimostrare che sostenibilità, rispetto ambientale, risparmio energetico, eco-compatibilità non solo semplici parole, ma un imperativo che il nostro pianeta ci impone.
Un’economia pulita, green e responsabile non è frutto di un’immediata ed istantanea ristrutturazione; ma occorre che la mission e la vision aziendali siano pervase dalla responsabilità ambientale in modo che l’interesse green possa assumere valenza strategica, e non solo di compliance, al punto tale da permettere alle imprese di conseguire vantaggi competitivi superiori alla media.
Tale lavoro si articola in tre parti. La prima è dedicata alla presentazione dell’IBM Corporation, di cui si descrivono la nascita, lo sviluppo e l’offerta produttiva, analizzando anche le cause della crisi e le strategie di turnaround implementate da Gerstner per sanare l’azienda. La seconda è dedicata al ruolo strategico della responsabilità ambientale. Infatti, sottolineando il valore strategico della RSI, si descrive la relazione biunivoca esistente fra la RSI e il conseguimento di vantaggi competitivi. Quindi si affronta la centralità, nell’ambito di un’impresa innovativa, di successo e globalmente integrata, di una responsabilità che vada oltre il sociale, abbracciando anche le tematiche ambientali. Da ciò si traccia l’excursus della nascita e dello sviluppo della responsabilità ambientale fino ad arrivare al management ambientale.
La terza è dedicata alla descrizione della leadership ambientale di Ibm e dei suoi “progetti green” che sono testimonianza del carattere strategico che Ibm legge ed individua nella responsabilità ambientale.

Mostra/Nascondi contenuto.
IBM 2 Introduzione: La crescita economica e l‟ambiente possono sembrare due mondi inconciliabili in cui il perseguimento dell‟uno esclude la soddisfazione dell‟altro. In realtà, l‟uomo moderno non può fare a meno di coniugare entrambi. La recente nascita dell‟economia ambientale, come parte della disciplina economica, ha lo scopo di integrare, in ambito teorico, il concetto di sostenibilità con quello di mercato e di crescita economica: qualsiasi approccio all‟ambiente non può, infatti, esimersi dal considerare anche il punto di vista economico. L‟analisi economica permette di attribuire un “valore economico” all‟ambiente ed alle risorse della natura. In genere l‟ambiente e le risorse naturali vengono considerati “beni liberi” e pertanto oggetto di sfruttamento indiscriminato da parte di tutti. La visione dell‟ambiente, però, è mutata continuamente nella storia dell‟uomo ed è stata anche interpretata diversamente dalle varie teorie economiche. Scoprire e capire come è cambiata la visione delle risorse ambientali e l‟importanza dell‟ambiente dal punto di vista economico ci aiuta a comprendere l‟evoluzione del concetto stesso di “ambiente”. Gli economisti "classici" (Smith, Malthus, Ricardo) credevano nel ruolo del mercato come fondamento ineliminabile della crescita economica. Il mercato avrebbe, infatti, distribuito meriti ed efficienza generando ricchezza per tutti. La fiducia verso il mercato, però, si collocava solo in un contesto di breve periodo. Nel lungo periodo, infatti, si riteneva che l‟economia si sarebbe comunque trovata in uno stato stazionario coincidente con il livello di mera sussistenza da parte di tutti. La ragione di questa visione negativa era la piena consapevolezza del fatto che le risorse naturali sono entità scarse e limitate, ovvero un‟insieme finito di elementi, e, pertanto, la crescita economica nel lungo periodo avrebbe raggiunto il limite dell‟insieme delle risorse naturali causando un freno alla crescita. L‟ambiente, dunque, era visto come un sistema di risorse limitate in cui esisteva un limite invalicabile oltre il quale non si poteva andare. Inoltre, il progresso

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Alessia Carmen Sabato Contatta »

Composta da 258 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1006 click dal 09/12/2009.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.