Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli eventi culturali. Un'analisi organizzativa: il caso In vino Venere

Il tema evento in sé ha assunto negli ultimi anni un ruolo rilevante nella comunicazione d’impresa diventando spesso l’attività core delle politiche di marketing. Tale crescente rilevanza assunta ha fatto maturare la necessità di intraprendere un processo finalizzato ad una continua evoluzione del fenomeno stesso per adattarsi ai mutamenti nelle relazioni sociali a livello planetario ed ai rivoluzionari cambiamenti indotti dalla tecnologia giustificando la difficoltà pratica di definire cosa sia con certezza un evento e definirne con precisione le varie tipologie. Obiettivo di questo studio è stato analizzare e descrivere l’evento in sé tentando, dapprima, di categorizzarne le diverse tipologie e soffermarsi sulle elevate potenzialità che esso ha come fattore di sviluppo per molti territori, garantendone una crescita dal punto di vista turistico e quindi un ritorno in termini economici ma anche come servizio socio culturale che potesse consentire ai fruitori di partecipare a nuove esperienze e garantire una socializzazione fisica che talora può essere utile anche a contrappesare la crescente nuova realtà della socializzazione virtuale. L’attenzione si è poi spostata sull’Event Management, ovvero il processo gestionale ed organizzativo implicato dall’evento, che se pur associabile per linee generali al Project Management presenta peculiarità che hanno determinato un approccio ed un’analisi oltre che di carattere gestionale anche di carattere organizzativo e sull’Event Manager la nuova figura professionale del gestore/responsabile di eventi, la cui esigenza è dettata proprio dalla crescita esponenziale, anche in termini di fatturato, del settore degli eventi, con competenze specifiche nel campo della comunicazione e delle relazioni pubbliche ma anche dal punto di vista organizzativo e gestionale. Proprio per quanto riguarda i modelli organizzativi si analizzano le tre principali tipologie di configurazioni organizzative che tramite analisi empiriche sono risultate essere le più diffuse: l’organizzazione specialistica tipica delle aziende impegnate in maniera specifica nell’organizzazione e gestione di eventi dotate di una struttura stabile e permanente, l’ organizzazione interna nella quale un’azienda predispone una attività organizzativa, un ufficio o un team di lavoro, con il compito di realizzare l’evento, e l’organizzazione ad hoc in cui si crea una sorta di azienda temporanea, che rappresenta uno specifico progetto ed è di durata prestabilita commisurata a quella della realizzazione del progetto stesso. Si sono, quindi, approfondite le fasi del progetto di gestione tipiche di un evento culturale: la fase dell’ideazione in cui l’evento viene sviluppato nei suoi contenuti, nell’idea progetto, nelle linee generali, nelle caratteristiche distintive, negli obiettivi principali e collaterali, nelle funzioni che deve assolvere; la fase dell’attivazione dove viene valutata la fattibilità reale dell’evento, rispetto alle possibilità e le disponibilità esistenti e rispetto alle questioni “chiave” vengono attivate le prime esplorazioni ed operazioni preliminari; la fase della pianificazione , estremamente delicata e strategica, è quella in cui si procede alla programmazione operativa dell’avvenimento a seguito di un’accurata predisposizione e raccolta di informazioni. Si identificano le attività e le azioni da intraprendere nel dettaglio, i tempi di preparazione in cui esse devono essere assolte, le risorse da reperire. Si pone particolare attenzione, infine, sugli aspetti economico finanziari e sull’individuazione dei tempi e delle modalità di controllo del piano operativo; la fase dell’attuazione in cui il progetto viene materialmente eseguito, seguendo le scelte adottate nelle fasi precedenti; la fase del completamento che consiste principalmente nella rendicontazione al fine di ottenere i finanziamenti pubblici o privati che di solito vengono assegnati a monte del progetto ma materialmente erogati in toto o a saldo di eventuali tranches una volta che il progetto è concluso; la fase della valutazione che prevede un’ analisi di ciò che è stato fatto ed una verifica dei risultati al fine di verificare il raggiungimento degli obiettivi prefissati e il valore prodotto per quei soggetti partner con cui si vuole stabilizzare un rapporto nel tempo.
E’ stato infine analizzato un evento reale, “In Vino Venere”. Questo evento, organizzato dalle “Donne del Vino”, un’associazione di sole donne impegnate in prima persona nella filiera enogastronomica come produttrici, ristoratrici, chef o sommelier, nasce dall’esigenza di valorizzare proprio la filiera enogastronomica campana attraverso un convegno, che quest’anno ha avuto come tema centrale “Il vino e i tesori del Mediterraneo”, ed un percorso tra i vini ed i piatti più prelibati della cucina campana. Dell’ evento “In Vino Venere” è stata analizzata la configurazione organizzativa ed i meccanismi di coordinamento tra gli attori coinvolti.

Mostra/Nascondi contenuto.
9 Introduzione Il tema evento in sé ha assunto negli ultimi anni un ruolo rilevante nella comunicazione d’impresa diventando spesso l’attività core delle politiche di marketing. Tale crescente rilevanza assunta ha fatto maturare la necessità di intraprendere un processo finalizzato ad una continua evoluzione del fenomeno stesso per adattarsi ai mutamenti nelle relazioni sociali a livello planetario ed ai rivoluzionari cambiamenti indotti dalla tecnologia giustificando la difficoltà pratica di definire cosa sia con certezza un evento e definirne con precisione le varie tipologie. Obiettivo di questo studio è stato analizzare e descrivere l’evento in sé tentando, dapprima, di categorizzarne le diverse tipologie e soffermarsi sulle elevate potenzialità che esso ha come fattore di sviluppo per molti territori, garantendone una crescita dal punto di vista turistico e quindi un ritorno in termini economici ma anche come servizio socio culturale che potesse consentire ai fruitori di partecipare a nuove esperienze e garantire una socializzazione fisica che talora può essere utile anche a contrappesare la crescente nuova realtà della socializzazione virtuale. L’attenzione si è poi spostata sull’Event Management, ovvero il processo gestionale ed organizzativo implicato dall’evento, che se pur associabile per linee generali al Project Management presenta peculiarità che hanno determinato un approccio ed un’analisi oltre che di carattere gestionale anche di carattere organizzativo e sull’Event Manager la nuova figura professionale del gestore/responsabile di eventi, la cui esigenza è dettata proprio dalla crescita esponenziale, anche in termini di fatturato, del settore degli eventi,

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Francesco Melillo Contatta »

Composta da 134 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4841 click dal 29/12/2009.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.