Skip to content

Le risorse intangibili dell'impresa: la nuova ''carta vincente'' nella competizione globale

Informazioni tesi

  Autore: Vincenza Rosa
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Foggia
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze economico-aziendali
  Relatore: Pierpaolo Magliocca
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 123

L’avvento della new economy e della società dell’informazione ha determinato un sostanziale mutamento nei processi di creazione di valore nelle imprese. La ricchezza e la crescita nell’economia oggi dipendono soprattutto dalle risorse intangibili; un’impresa può oggi definirsi ricca, vitale, competitiva non quando possiede ingenti risorse economiche e finanziarie ma quando dispone di un elevato patrimonio intellettuale.
La turbolenza ambientale, il forte sviluppo tecnologico, la spinta all’innovazione, l’aumento della concorrenza causato dal crescente allargamento del raggio di azione delle imprese e dalla diminuzione dei mercati protetti hanno comportato un nuovo contesto operativo. Il mercato, i clienti hanno assunto maggiore importanza, le esigenze i bisogni e le attese che questi si aspettano di vedere soddisfatte sono mutate, di conseguenza anche le imprese si sono dovute adeguare modificando in parte le proprie strutture operative ed organizzative. È cresciuta l’importanza della gestione delle informazioni e delle relazioni con l’ambiente esterno. In una nuova economia basata sulla conoscenza, sull’abilità di comunicazione, per poter delineare scenari di sviluppo futuro, sarà necessario comprendere appieno il potenziale intellettuale della propria impresa per garantirsi un vantaggio competitivo sui concorrenti.
Il successo aziendale oggi non è solo basato sulla produzione, sul capitale finanziario e sulla proprietà ma su “valori invisibili”, quali i rapporti con la clientela, i fornitori, le idee, il know-how, la forza dell’innovazione. Pertanto, in questo ambito le risorse immateriali, viste come beni intangibili, rappresentano le principali determinanti di crescita a livello aziendale e cresce quindi la necessità della loro considerazione nel quadro degli strumenti di comunicazione economica-finanziaria. Infatti, quanto meglio le imprese gestiscono il loro patrimonio immateriale e ne segnalano le risultanze negli strumenti di comunicazione esterna, tanto meglio saranno valutate dagli operatori di mercato.
La centralità del ruolo svolto dalle risorse immateriali nel nuovo contesto di business evidenzia la criticità di alcuni aspetti quali l’inadeguatezza dei tradizionali strumenti economici finanziari nella misurazione/rappresentazione delle risorse immateriali e l’ascesa di nuove tipologie di strumenti che verranno considerati nel presente lavoro . Cosa accadrebbe per esempio ad un’azienda informatica se diversi tra i più competenti ed esperti programmatori a livello internazionale lasciassero l’azienda improvvisamente e nello stesso momento? Dal punto di vista del bilancio tradizionale ci sarebbe una diminuzione dei costi del personale con una conseguente crescita del profitto a fine esercizio; nella realtà invece inciderebbe negativamente sul valore di mercato dell’azienda a seguito di una perdita di capitale intellettuale. Nella new economy è pertanto urgente concepire nuovi metodi e strumenti di accounting che contemplino non solo gli aspetti economici e finanziari ma anche quelli legati al patrimonio intellettuale di un’azienda.
Dopo aver analizzato con maggior attenzione le motivazioni che hanno spinto le imprese a concentrarsi su questa nuova categoria di risorse, e determinato cosa sono realmente le risorse intangibili, fornendo una definizione appropriata delle stesse e individuando la struttura del capitale intellettuale (Capitolo 1); si cercherà di affrontare i problemi legati a questo cambiamento: dal problema contabile relativo alla rilevazione del Capitale Intangibile o più precisamente di quello Intellettuale nel bilancio d’esercizio delle imprese (Capitolo 2), a quello della valutazione e misurazione dello stesso; con riguardo a quest’ultima tematica si individueranno metodi di misurazione alternativi utilizzati per la determinazione della performance aziendale, che permettono di tenere in giusta considerazione questa nuova dimensione di analisi (Capitolo 3). Infine, si tratterà la rilevanza del Bilancio dell'intangibile come strumento di monitoraggio dei fattori che generano valore per l'azienda nonché l'importanza di un ampio coinvolgimento del management nella sua redazione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2 Introduzione L’avvento della new economy e della società dell’informazione ha determinato un sostanziale mutamento nei processi di creazione di valore nelle imprese. La ricchezza e la crescita nell’economia oggi dipendono soprattutto dalle risorse intangibili; un’impresa può oggi definirsi ricca, vitale, competitiva non quando possiede ingenti risorse economiche e finanziarie ma quando dispone di un elevato patrimonio intellettuale. La turbolenza ambientale, il forte sviluppo tecnologico, la spinta all’innovazione, l’aumento della concorrenza causato dal crescente allargamento del raggio di azione delle imprese e dalla diminuzione dei mercati protetti hanno comportato un nuovo contesto operativo. Il mercato, i clienti hanno assunto maggiore importanza, le esigenze i bisogni e le attese che questi si aspettano di vedere soddisfatte sono mutate, di conseguenza anche le imprese si sono dovute adeguare modificando in parte le proprie strutture operative ed organizzative. È cresciuta l’importanza della gestione delle informazioni e delle relazioni con l’ambiente esterno. In una nuova economia basata sulla conoscenza, sull’abilità di comunicazione, per poter delineare scenari di sviluppo futuro, sarà necessario comprendere appieno il potenziale intellettuale della propria impresa per garantirsi un vantaggio competitivo sui concorrenti. Il successo aziendale oggi non è solo basato sulla produzione, sul capitale finanziario e sulla proprietà ma su “valori invisibili”, quali i rapporti con la clientela, i fornitori, le idee, il know-how, la forza dell’innovazione. Pertanto, in questo ambito le risorse immateriali, viste come beni intangibili, rappresentano le principali determinanti di crescita a livello aziendale e cresce quindi la necessità della loro considerazione nel quadro degli strumenti di comunicazione economica-finanziaria. Infatti, quanto meglio le imprese gestiscono il loro patrimonio immateriale e ne segnalano le risultanze negli strumenti di comunicazione esterna, tanto meglio saranno valutate dagli operatori di mercato.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

creazione valore impresa
lobablizzazione economica
nuova economia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi