Skip to content

Istituzionalizzazione della violenza di genere. Le responsabilità del Messico nel femminicidio di Ciudad Juàrez.

Informazioni tesi

  Autore: Silvia Muraca
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università per stranieri di Perugia
  Facoltà: Lingua e Cultura Italiana
  Corso: Relazioni internazionali
  Relatore: Salvatore Cingari
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 162

Dal 1993 ad oggi Ciudad Juàrez ha collezionato oltre 400 corpi di donne assassinate. Corpi che mostrano chiari segni di violenza sessuale, morsi, colpi, coltellate, bruciature e mutilazioni . Corpi che vengono ritrovati negli angoli più oscuri dei quartieri cittadini, ai bordi di strade trafficate o nelle lande desertiche delle zone periferiche. Centinaia di corpi di ragazze, persino bambine, e ancora nessun colpevole. Nessuno perché, nonostante gli arresti, gli omicidi continuano. Ma cosa sta succedendo a Ciudad Juàrez? Per comprendere a fondo il fenomeno criminale in atto a Ciudad Juàrez, ho ritenuto necessario innanzitutto inquadrare la particolare e difficile situazione che la città attraversa. Il primo capitolo è dunque dedicato all’analisi storica, politica e soprattutto economica del Messico in generale e di Juàrez in particolare, concentrando l’attenzione sui “grandi nodi del Messico”: il NAFTA, l’accordo nordamericano di libero scambio; il noto “muro messicano”; le maquiladoras, le fabbriche di assemblaggio americane istallate sul territorio messicano. Segue un’analisi particolareggiata del femminicidio, attraverso una rassegna dei casi più emblematici, delle ipotesi formulate in merito e degli esiti delle prime indagini. Il quadro che ne è emerge ha tinte oscure, che disegnano una impressionante rete di collusione e connivenza tra lo Stato e la criminalità organizzata, di corruzione e di reiterata copertura dei crimini. L’attenzione si è in seguito spostata sulle azioni intraprese dal governo messicano per contrastare il fenomeno omicida. Nonostante siano state adottate alcune importanti misure di carattere legislativo, l’interesse federale si è manifestato troppo tardi e in modo troppo blando, per questo motivo tali iniziative si sono infine rivelate insufficienti e spesso contraddittorie, contribuendo ad avvallare l’accusa che lo stato messicano, con il suo immobilismo, si sia reso complice del femminicidio.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE L’amara scoperta di non conoscere affatto determinate realtà che invece caratterizzano alcuni luoghi del mondo in cui vivo è stata un fattore determinante nella scelta dell’oggetto della tesi di laurea. L’interesse per la materia dei diritti umani e il senso di profonda ingiustizia determinato dalla consapevolezza che quasi sistematicamente questi diritti vengono violati, hanno costituito il punto di partenza; immediatamente seguito dalla decisione di trattare un particolare fenomeno di violenza di genere: il femminicidio in atto a Ciudad Juàrez, una città dello stato messicano di Chihuahua. Sono venuta a conoscenza di questo incredibile fatto criminale assolutamente per caso, sfogliando una rivista femminile durante un ozioso pomeriggio autunnale. Ricordo perfettamente la sensazione di penoso stupore che mi ha assalito, tanto per le crudeltà che venivano raccontate quanto per il motivo per cui erano raccontate. L’articolo, che trattava della strage di centinaia di donne che a partire dal 1993 sono state brutalmente seviziate e uccise a Ciudad Juàrez, non sembrava avere il nobile scopo di denunciare l’orrenda faccenda bensì quello di pubblicizzare l’uscita nelle sale cinematrografiche di un film su tale fenomeno. Spinta da ciò che allora mi parve una cinica mossa pubblicitaria della stampa e da un connaturato interesse per le tematiche di genere, ho deciso di approfondire questo enigmatico caso di femminicidio. A onor del vero, mi sono immersa nella realtà di Ciudad Juàrez con non poche difficoltà. Non è stato piacevole venire a conoscenza dell’esistenza di un mondo intriso di sangue e ingiustizia; non è stato facile leggere storie di violenze estreme, di stupri, di torture, di pratiche rituali che sconfinano nell’occulto. Ma sopra ogni altra cosa, è stato impossibile comprendere come un fenomeno di dimensioni e gravità tali possa essere stato per anni ignorato, coperto in patria e taciuto nel resto del mondo. Pensai quindi che, analizzando a fondo il fenomeno, avrei potuto trovare una risposta alle tante domande che mi ponevo. Perché le donne continuano ad essere uccise? Perché le bambine? Esiste un limite alla crudeltà umana? Perché nessuno riesce ad interrompere la corsa di questa folle macchina omicida? Qual è la verità sui crimini? In effetti, credevo che proprio la ricerca di queste risposte mi avesse spinto a trattare il femminicidio di Juàrez. Alla fine del lavoro, invece, mi sono ritrovata senza risposte ma con un’unica certezza: la mia intenzione, fin dal principio, è stata solo quella di documentare e denunciare il femminicidio di Ciudad Juàrez, una realtà che non può e non deve essere ignorata. Per questa semplice 4

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cedaw
ciudad juárez
diritti donne
diritti umani
donne
femminicidio
femminicio
magia nera
maquiladoras
marcotraffico
messico
muro messicano
narcosatanismo
omicidi rituali
palo mayombe
riti iniziazione
santeria
traffico droga
violenza
violenza contro le donne
violenza in sudamerica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi