Skip to content

Opportunità e vincoli per il software libero nella P.A. locale. Il caso del Comune di Prato.

Informazioni tesi

  Autore: Eleonora Bazzoli
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2007-08
  Università: Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Stefano Calciolari
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 41

Oggi il mondo, l'economia, i sistemi sociali, sono pesantemente influenzati dall'uso dei computer e da tutti quegli strumenti ad esso collegati. Il nuovo secolo nasce come pienamente segnato dalla diffusione delle nuove tecnologie, in tutti gli aspetti della vita associata, dalla comunicazione all'accesso alle informazioni, alla semplificazione dei processi produttivi, tanto che si parla apertamente di “società dell'informazione”1. La nascita della società dell'informazione, la globalizzazione dei mercati, lo sviluppo di internet, la crescita di una comunità globale sono elementi interconnessi rispetto ai quali il sistema democratico può e deve garantire uno sviluppo regolato, in cui gli elementi di libero accesso al sapere consentano crescita, democrazia ed equità sociale.
Negli ultimi cinque anni si è assistito ad un aumento graduale di iniziative soprattutto nell'ambito della Pubblica Amministrazione, a favore della diffusione di programmi a codice sorgente aperto. Tale prospettiva consente di cogliere a pieno le straordinarie potenzialità di crescita civile, democratica, culturale, sociale e economica, offerte dalla società dell'informazione.
E' opportuno sottolineare che una delle prime regioni a essersi mosse in questa prospettiva è stata la Toscana, che utilizza già dal 1997 sistemi FLOSS (Free Libre Open Source Software) al suo interno e tra i 500 enti collegati dalla Rete Telematica Regionale. In particolare la Toscana ha siglato un protocollo d’intesa con alcuni Enti promotori del Comune di Prato per aderire all’innovativo progetto Po-Net, che consiste nella realizzazione di una rete telematica interamente basata su tecnologia opensource e sul software “Ht://miner”.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2 INTRODUZIONE Oggi il mondo, l'economia, i sistemi sociali, sono pesantemente influenzati dall'uso dei computer e da tutti quegli strumenti ad esso collegati. Il nuovo secolo nasce come pienamente segnato dalla diffusione delle nuove tecnologie, in tutti gli aspetti della vita associata, dalla comunicazione all'accesso alle informazioni, alla semplificazione dei processi produttivi, tanto che si parla apertamente di “società dell'informazione” 1 . La nascita della società dell'informazione, la globalizzazione dei mercati, lo sviluppo di internet, la crescita di una comunità globale sono elementi interconnessi rispetto ai quali il sistema democratico può e deve garantire uno sviluppo regolato, in cui gli elementi di libero accesso al sapere consentano crescita, democrazia ed equità sociale. Purtroppo gli utilizzatori dei computer sono ancora pochi a causa dei costi estremamente elevati sia delle macchine sia dei programmi. Ancora meno sono coloro che conoscono l'esatto funzionamento degli strumenti informatici, inconsapevoli della loro importanza a livello nazionale e mondiale. E' necessario che le istituzioni acquisiscano e trasmettano a tutti i cittadini la consapevolezza e la conoscenza di questi strumenti e la possibilità di scelta in campo informatico. E' necessaria una vera e propria alfabetizzazione informatica, insegnare l'uso dei computer quasi come se dovessimo insegnare a leggere e a scrivere. Ma nel far questo occorre anche spiegare che non esiste un unico sistema operativo o un unico software soggetto a licenza. Ignorare questa possibilità di scelta, specialmente negli Enti Pubblici, significa, per molti, sprecare denaro e subire passivamente questa situazione di dipendenza culturale; è quindi socialmente e culturalmente strategico conoscere a fondo la tecnologia da cui dipendiamo, essere consapevoli dell'esistenza di un pluralismo informatico. Tale pluralismo garantisce l'accesso e la libertà di scelta nella realizzazione di piattaforme informatiche, eliminando ogni barriera dovuta a diversità di standard. A tal fine è prevista, da parte di tutti gli uffici dell'amministrazione regionale, l'adozione di software a sorgente aperta. Tra i vari obblighi è imposto alla Pubblica Amministrazione che ricorra a programmi proprietari, di motivare la scelta e di adoperarsi per adottare un formato di documenti più possibile prossimo a formati a sorgente aperta; inoltre, viene fissato il termine ultimo per adeguare e avviare programmi di formazione del personale. 1 Merloni F. Introduzione all'e-government , G.Giappichelli editore. Torino. Novembre 2006

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

comune di prato
open source
pubblica amministrazione
software libero

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi