Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'evoluzione della web agency: il caso 2slides

L'approfondimento delle tematiche legate al marketing “non convenzionale”, alle quali è stata prestata maggiore attenzione in quanto fortemente attuali, e le ricerche effettuate al riguardo, hanno reso evidente quanto sia mutato il concetto di consumatore, il suo ruolo, sia cresciuto l'utilizzo di Internet come mezzo di comunicazione, e con Internet quello dei social network.
Il prosumer (producer + consumer) è il nuovo consumatore postmoderno: l’ evoluzione del consumatore da destinatario del messaggio pubblicitario a costruttore dello stesso e suo diffusore, ha fatto si che i maggiori strumenti del marketing convenzionale come la televisione, la radio, le affissioni, il cinema, la stampa, le promozioni, siano stati integrati e talvolta sostituiti da strumenti che in sé, oltre ad avere l’obiettivo di garantire la copertura, hanno anche quello di riuscire a colpire il target composto da nuclei sempre più particolareggiati, e far si che sia questo stesso target, non più ascoltatore passivo, a permettere la diffusione del messaggio.
L’obiettivo di 2SLIDES è quello di raggiungere un pubblico mirato di professionisti, non un pubblico di massa, e di creare contatti diretti, agevolando il passa parola tra questi sui servizi offerti e sulle caratteristiche promosse, stanziando il solo budget consentito dal suo recente ingresso nel mercato: il tipico budget ridotto delle “start up”, ricche di potenzialità ma carenti, allo stato, di fondi.
Del resto 2SLIDES “vende” comunicazione, può benissimo occuparsi della propria. Infatti assumendo in proprio una parte della realizzazione del progetto “risparmia” i costi del restyling del sito e della produzione video, che per una società avrebbero inciso sul budget in maniera molto significativa…

In relazione all’ obiettivo di ottimizzazione del rapporto cosi/benefici, enfatizzato dalla circostanza che il budget assegnato è davvero minimo, la strategia di una comunicazione non convenzionale ispirata all’idea del “media hunting” pittosto che al processo tradizionale di “media planning”, è stata ritenuta più idonea e coerente.
Infatti attraverso questa scelta, che utilizza la teoria della “Long Tail”, si garantisce:
• il progressivo raggiungimento del target mirato;
• la possibilità di poter stabilire una relazione duratura con il cliente, basata su un coinvolgimento più profondo;
• una comunicazione più creativa in termini di contemporaneità;
• la possibilità di reiterare il messaggio, a basso costo, selezionado progressivamente su Internet i “veicoli” che dimostrano di essere più performanti, stante la tracciabilità dei comportamenti e i report in tempo reale che questo mezzo consente.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Capitolo 1 Comunicazione di impresa 1 Concetto attuale di comunicazione di impresa Fino a qualche decennio fa la competizione tra le aziende ruotava intorno al prodotto/servizio offerto, quindi al rapporto prezzo/qualità, con l‟evoluzione del mercato si è spinto il gioco della competizione su piani sempre più astratti, meno legati al prodotto/servizio e centrati, invece, sul fattore comunicazione. Avere una strategia di comunicazione efficace significa essere vincenti e competitivi, avvalendosi di pubblicità, promozioni, sponsorizzazioni, relazioni pubbliche. La comunicazione di cui parlo è una funzione aziendale, è una funzione del management, che consiste nel definire, pianificare e gestire l‟immagine dell‟impresa con i vari tipi di pubblico interno ed esterno da cui dipende il successo dell‟azienda stessa1. Include le relazioni con la stampa, le relazioni esterne istituzionali, la comunicazione all‟interno 1 Damascelli Nino, Bosotti Giancarla, “Comunicazione e Management. Introduzione alla comunicazione organizzativa”, pag. 25, Franco Angeli, 2003.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Valentina De Caro Contatta »

Composta da 180 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 827 click dal 29/01/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.