Skip to content

Dove vai in vacanza? Turismo di massa e commedia all'italiana

Informazioni tesi

  Autore: Davide Conti
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Bergamo
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Progettazione e gestione dei sistemi turistici
  Relatore: Stefano  Ghislotti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 238

Questa tesi nasce dalla volontà di analizzare come il cinema italiano, specchio più o meno deformante della società e delle sue abitudini, abbia rappresentato e rappresenti tutt’oggi il tema del turismo. Attraverso la narrazione filmica di alcune commedie importanti nella storia del cinema italiano si cercherà di individuare il mutamento delle abitudini degli italiani in vacanza. Come sono cambiate nel corso del Ventesimo Secolo? E quali sono le mete preferite degli italiani? A queste domande si cercherà di rispondere attraverso l’analisi di film che hanno come argomento ricorrente le ferie. Un altro obiettivo del lavoro è quello di dimostrare come sia cambiata la rappresentazione delle vacanze nel cinema dagli anni Cinquanta fino ai giorni nostri, sottolineando come questo filone si sia esaurito e sopravviva stancamente attraverso i “cinepanettoni” che vengono riproposti ogni anno a Natale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Questa tesi nasce dalla volont di analizzare come il cinema italiano, specchio piø o meno deformante della societ e delle sue abi tudini, abbia rappresentato e rappresenti tutt oggi il tema del turismo, argomento fondamentale nel percorso di studi che ho svolto finora. Attraverso la narrazione filmica di alcune commedie importanti nella storia del cinema italiano si cercher di individuare il mutamento delle abitudini degli italiani in vacanza. Come sono cambiate nel corso del Ventesimo Secolo? E quali sono le mete preferite degli italiani? A queste domande si cercher di rispondere attraverso l anal isi di film che hanno come argomento ricorrente le ferie. Un altro obiettivo del lavoro Ł quello di dimostrare come sia cambiata la rappresentazione delle vacanze nel cinema dagli anni Cinquanta fino ai giorni nostri, sottolineando come questo filone si sia esaurito e sopravviva stancamente attraverso i cinepanettoni che vengono riproposti ogni anno a Natale. La prima parte di questo lavoro Ł costituita da un inquadramento storico sociologico, dopodichØ si entrer nel vivo analizzando la commedia vacanziera. In particolare, vengono analizzate commedie popolari che hanno trovato poco spazio nella letteratura critica, ma non per questo meno importanti. Sembra utile proporre alcune riflessioni di carattere generale relativamente a questa scelta. Il primo aspetto da sottolineare Ł quello secondo cui per analizzare fenomeni sociologici si Ł portati a valorizzare e a considerare adeguati e interessanti solo quei film impegnati o il cui va lore Ł riconosciuto unanimemente. In realt anche la commedia di poco p regio, prodotta per i palati piø grossolani, pu , in una misura differente, racc ontare e mostrare un contesto culturale, un mutamento o dei costumi in maniera significativa. Di alcuni film trattati all interno di questo elaborato, si proporr parallelamente un approccio critico a testimonianza. Un esempio eclatante viene fornito dal film di Dino Risi Il sorpasso del 1962. Quando la pellicola usc nelle sale italiane, pochi si resero conto che quel film diceva molto di piø sul boom economico italiano e sulle

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

alberto sordi
balneare
beach party movies
camera con vista
cinecocomero
cinema
cinepanettone
cineturismo
commedia all'italiana
dino risi
domenica d'agosto
emmer
fantozzi
grand tour
i mostri
il sorpasso
l'ombrellone
paesaggio
pietrangeli
rappresentazione
turismo di massa
turistica
vacanze
viaggi

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi