Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il sacrificio e l'Assoluto nel pensiero indiano

Lo scritto si prefige lo scopo di analizzare il legame che intercorre fra la pratica sacrificale i i sistemi di idee dell'India vedica riguardanti il concetto di Assoluto, Brahman.

Mostra/Nascondi contenuto.
Premessa In Grecia c’è la questione omerica: in India le questioni omeriche non si contano. C. Malamoud, I contorni della memoria nell’India brahmanica Iniziare un percorso riguardante tematiche che si accostano al pensiero - orientale- (con preciso accento sulla distanza, non soltanto spaziale, fra correnti metodi e modi del pensare opposti, per certi versi, alla controparte occidentale) è assai complesso. Se affrontiamo il percorso sulle tracce del sacrificio, in quanto fondamento del pensiero indiano, ci scontriamo con quella istanza mentale prettamente occidentale, che tende ad analizzare e svincolare dalla dottrina religiosa qualsiasi concetto filosofico. Il sacrificio, in quanto momento culmine di socialità, unità simbolica fra pensiero e funzione religiosa, risulta incomprensibile agli occhi di chi ne avverte unicamente la valenza antropologica. Funzione limite di diversi universi interpretativi, il sacrificio si configura come momento esterno al normale fluire delle azioni, intuizione di ciò che è ˝al di là del linguaggio, al di là del pensiero, definibile come il non così, non così (neti neti) 1 ˝. 1 Aspetti della spiritualità indiana, M. Piantelli, La spiritualità delle grandi religioni, Edizioni Augustinus – Palermo, p. 12. Neti neti è la formula di negazione mediante la quale lo jňana-yogi scarta progressivamente ogni forma di apparenza fino a pervenire all’unica realtà del Brahman. 3

Diploma di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Francesco Giammanco Contatta »

Composta da 122 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 621 click dal 11/02/2010.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.