Skip to content

Analisi dei fenomeni non lineari nelle instabilità di combustione di un razzo a propellente solido

Informazioni tesi

  Autore: Vincenzo Oliveri
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Palermo
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria industriale
  Relatore: Giuseppe Lombardo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 68

Nel mondo della propulsione solida, la determinazione dei criteri di stabilità di combustione è una delle problematiche attuali più complesse e discusse. Le ricerche in questo campo mirano a meglio comprendere i numerosi aspetti ancora non ben delucidati, così da poter prevenire l’insorgere e l’instaurarsi di tali indesiderati fenomeni. A causa delle severe condizioni operative di un motore a propellente solido, non si dispone di misure dettagliate dei campi di flusso non stazionari e ciò che si conosce si basa sostanzialmente sui dati sperimentali registrati da misuratori di spinta, trasduttori di pressione ed accelerometri e in ogni caso su misure riguardanti la stabilità lineare.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Università degli studi di Palermo, Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Tecnologie e Infrastrutture Aeronautiche 5 I. Introduzione l motore a propellente solido è principalmente impiegato per la propulsione dei missili, per la propulsione primaria e secondaria nei vettori di lancio e nei veicoli spaziali. Altri impieghi riguardano i sistemi di atterraggio di moduli spaziali, i sistemi di eiezione dei seggiolini, etc. Utilizzato nelle medie dimensioni in ambito tattico, il motore a propellente solido, nelle grandi e piccole dimensioni trova applicazioni in campo spaziale. L’elevata densità del propellente, la buona stabilità chimica, la semplicità del principio di funzionamento e del disegno, le caratteristiche di storability unitamente ai costi di sviluppo, di produzione e manutenzione relativamente bassi sono i punti di forza. Tale sistema di propulsione è principalmente destinato all’uso nei missili, vettori di lancio e nei veicoli spaziali. I missili sono sistemi auto-propulsi e guidati. A seconda dei loro obiettivi, essi devono avere elevate velocità, lunghe gittate e rimanere invisibili al nemico. Possono essere lanciati da terra, navi, aerei, sommergibili e sono in grado di correggere la loro rotta, adattandola all’orografia del suolo che sorvola. I veicoli di lancio più comunemente noti come “space booster” sono utilizzati, invece, per portare in orbita i satelliti (famiglia dei Titan), astronauti o parti della stazione orbitante internazionale (SRB dello Space Shuttle). I booster costituiscono i primi stadi del veicolo di lancio, hanno il compito di portare il mezzo fuori dall’atmosfera terrestre e si differenziano in sacrificabili e riutilizzabili. Altre differenziazioni sono legate al propellente, al numero di stadi, e al fatto che siano equipaggiati o meno. Ogni stadio di un lanciatore multistadio costituisce un veicolo completo in se stesso, contenente il suo propellente, il suo sistema propulsivo e di controllo. Infine i veicoli spaziali, in base alla loro missione, si differenziano in satelliti terrestri, lunari, interplanetari e “trans-solar”. La propulsione mediante razzo viene usata sia per scopi di natura primaria (portare il veicolo fuori dall’atmosfera terrestre), che per scopi secondari (posizionamento del sistema in orbita e controlli di posizione e stabilità). In genere un veicolo completo ha dai dodici agli ottanta motori. I

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

combustione
combustione razzi
instabilità di combustione
prevenire instabilità di combustione
propellenti solidi
razzo a propellente solido

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi