Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Knowledge Management: la gestione delle conoscenze come risorsa critica per le organizzazioni aziendali

Attualmente le Aziende di tutto il mondo, operano in un mercato competitivo, che non premia più solo chi è in grado di raggiungere il maggior profitto, ma chi è capace di sfruttare al meglio tutte le risorse di cui dispone.
Fino a quando, nel mondo della produzione di massa, ha predominato l’impostazione Taylor – Fordista, per risorse si intendevano: le materie prime, i macchinari da lavoro, gli stabilimenti, i luoghi in cui erano situati e il capitale investito.
Con il movimento delle Relazioni Umane, l’attenzione si è spostata verso il lavoratore, ma non ancora come risorsa, bensì come essere umano, le cui caratteristiche fisiche e psicologiche influiscono sulla produttività.
È con l’avvento delle piccole e medie imprese e delle Aziende di servizi, che si fa strada la consapevolezza che l’uomo costituisce una risorsa importante per il successo aziendale.
Le organizzazioni sono fatte da uomini, essi sono la risorsa principale che ne permette il funzionamento.
In condizioni di flessibilità del mercato, le Aziende devono investire sulla Risorsa Umana che, se adeguatamente addestrata e fornita degli strumenti giusti, è in grado di far crescere l’Azienda in cui opera.
Ma perché la Risorsa Umana costituisce una delle risorse principali per il successo di un’Azienda?
Perché la Risorsa Umana è la depositaria delle conoscenze che permettono il lavoro all’interno di un’organizzazione.
Ogni Azienda si distingue dalle altre, per il know how ed il know what, che possiede, cioè le conoscenze e competenze che le persone che lavorano al suo interno possiedono.
Le conoscenze che inizialmente sono patrimonio del singolo, si trasformano in patrimonio organizzativo, e costituiscono il carattere distintivo di ogni Azienda, oltre ad essere, insieme alla Risorsa Umana che le possiede, il principale fattore di vantaggio competitivo.
La consapevolezza del vantaggio competitivo che scaturisce da una corretta gestitone delle Risorse Umane, e di conseguenza delle conoscenze da essa possedute, si è affermata solo di recente nelle realtà Aziendali più avanzate, ma si sta facendo sentire anche in quelle più giovani, o in quelle organizzazioni che sono passate dal monopolio al mercato competitivo.
Da qualche anno a questa parte, nel mondo aziendale, si sente parlare di Knowledge Management, letteralmente “gestione della conoscenza”, un insieme di processi organizzativi e di strumenti tecnologici, che favoriscono la comunicazione interna all’organizzazione e, dunque, la circolazione di informazioni e conoscenze tra i membri dell’organizzazione.
Tale approccio è figlio della recente consapevolezza dell’importanza della flessibilità organizzativa, che permette di affrontare i cambiamenti dell’ambiente circostante e la concorrenza, attraverso la valorizzazione della Risorsa Umana e delle sue conoscenze.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Attualmente le Aziende di tutto il mondo, operano in un mercato competitivo, che non premia più solo chi è in grado di raggiungere il maggior profitto, ma chi è capace di sfruttare al meglio tutte le risorse di cui dispone. Fino a quando, nel mondo della produzione di massa, ha predominato l’impostazione Taylor – Fordista, per risorse si intendevano: le materie prime, i macchinari da lavoro, gli stabilimenti, i luoghi in cui erano situati e il capitale investito. Con il movimento delle Relazioni Umane, l’attenzione si è spostata verso il lavoratore, ma non ancora come risorsa, bensì come essere umano, le cui caratteristiche fisiche e psicologiche influiscono sulla produttività. È con l’avvento delle piccole e medie imprese e delle Aziende di servizi, che si fa strada la consapevolezza che l’uomo costituisce una risorsa importante per il successo aziendale. Le organizzazioni sono fatte da uomini, essi sono la risorsa principale che ne permette il funzionamento. In condizioni di flessibilità del mercato, le Aziende devono investire sulla Risorsa Umana che, se adeguatamente addestrata e fornita degli strumenti giusti, è in grado di far crescere l’Azienda in cui opera. Ma perché la Risorsa Umana costituisce una delle risorse principali per il successo di un’Azienda? Perché la Risorsa Umana è la depositaria delle conoscenze che permettono il lavoro all’interno di un’organizzazione. 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Viviana Albin Contatta »

Composta da 246 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4858 click dal 19/02/2010.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.