Skip to content

Docente di sostegno e docente curricolare: quale ruolo nell'integrazione scolastica dell'alunno sordo?

Informazioni tesi

  Autore: Carmela Di Biase
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Bari
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Scienze pedagogiche
  Relatore: Margherita Miele
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 148

Il mio lavoro di tesi è finalizzato a sottolineare l’importanza della cosiddetta con titolarità, ovvero l’interscambio dei ruoli tra docente di sostegno e docente curricolare, nel favorire l’integrazione dell’alunno sordo, associata ad un particolare percorso educativo, quello dell’educazione bilingue, che si serve della combinazione della lingua italiana parlata e la Lingua dei Segni (LIS), per assicurare al sordo un’integrità comunicativa e relazionale sia verbale sia segnica. La presenza nelle classi normali di allievi in situazioni di handicap è una realtà ormai comune alla maggior parte delle scuole italiane di ogni ordine e grado. Tale realtà dovrebbe portare gli insegnanti a riflettere sulle strategie da adottare e su come progettare percorsi individualizzati e integrati all’interno della programmazione disciplinare.
Ciò è quanto è stato fatto dagli operatori scolastici della scuola di Cossato, in provincia di Biella. Da questa esperienza, descritta nel quarto capitolo, è emersa la necessità, in un contesto normale, ma ancor di più in un’aula in cui è presente l’alunno sordo, di promuovere il passaggio dall’insegnante ex cathedra all’insegnante operatore sociale. Di qui la necessità di un tipo di insegnamento cooperativo o team teaching.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Il mio lavoro di tesi nasce dal desiderio di approfondire la conoscenza e di esplorare un ambito di interesse personale: il mondo della sordit . La volont di affrontare tale tema deriva dalla pre senza nella mia famiglia di un bambino audioleso: mio fratello Vincenzo. Adesso ha dieci anni ed Ł sordo da quando ne aveva tre, ma ha sempre dimostrato di possedere una straordinaria intelligenza. Sin dalle prime ricerche, infatti, Ł emerso che quello della sordit Ł un deficit sensoriale, che lascia integre le facolt cognitive e fisiche e la sfera affettivo relazionale. Questo significa che la po ssibilit di educabilit Ł integra, anzi, nell ambito scolastico spesso i bambini sordi risultano essere addirittura i piø bravi della classe e come tutti noi hanno diritto a vivere in un ambiente normale e stimolante. Allora mi sono chiesta: PerchØ, nonostante le numerose leggi sull integrazione delle persone audiolese e il continuo parlare di didattica integrata, programmazione personalizzata, valorizzazione della diversit , l esperienza e la ricerca mettono in evidenza che la maggior parte dei bambini sordi termina la scuola ancora con un bagaglio di apprendimenti gravemente insufficiente? Secondo la mia ipotesi, ci Ł dovuto principalmente al fatto che, nella nostra scuola, l accesso alla cultura e l inserimento dei sordi avviene in modo tradizionale , attraverso il ricorso alla lezione frontale, una modalit che privilegia il canale acustico verbale, penalizzan do lo studente sordo, per il

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

alunno sordo
contitolarità
deficit uditivo
diritto di educabilità
educazione bilingue
insegnamento cooperativo
insegnante curricolare
insegnante di sostegno
integrazione scolastica
legge 104/92 o legge quadro
lingua dei segni
scuola speciale
team teaching
valore della diversità

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi