Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le lesioni da arma bianca e da sparo

La tesi presenta le varie ferite da arma bianca e da fuoco con relativa assistenza al paziente che presenta tali lesioni.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 LE LESIONI DA ARMA BIANCA E DA FUOCO DEFINIZIONE DI LESIONE Per lesione s'intende qualsiasi modificazione di un organo o tessuto, con alterazione della continuità, della forma, della struttura o della funzione, provocata da cause fisiche (agenti traumatici), chimiche (intossicazioni), biologiche (microorganismi). Per lo più, le lesioni sono di origine traumatica come ferite e traumi. DEFINIZIONE DI ARMA BIANCA Per arma bianca s'intende qualsiasi strumento (eccetto le armi da fuoco) la cui destinazione finale è l'offesa alla persona o sia comunque atto ad offendere e di cui la legge vieti il porto. Tra le armi bianche rientrano alcuni utensili domestici, fili metallici e lamiere. Le armi bianche agiscono attraverso meccanismi, singoli o variamente associati, di pressione o strisciamento. LESIONI DA ARMA BIANCA Le lesioni da arma bianca hanno un'aspetto differente a seconda che lo strumento feritore agisca mediante un'estremità accuminata, il filo di una superficie tagliente o entrambi i meccanismi combinati tra loro come nel caso di coltelli appuntiti. Tra le lesioni da arma bianca troviamo: ferite da punta

Tesi di Master

Autore: Sandra Biasizzo Contatta »

Composta da 27 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2139 click dal 24/02/2010.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.