Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I silenzi della pubblica amministrazione

La tesi tratta le diverse tipologie di silenzio che la pubblica amministrazione può mantenere e le tutele che la legge offre al cittadino avverso la stessa, ed oltre a calarsi in un indagine dell'evoluzine normativa storica della materia, focalizza la sua attenzione sui collegamenti imprescindibili che il comportamento inerte della p.a. ha con la legge sul procedimento amministrativo.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Il termine silenzio sta a indicare da un lato il comportamento inerte della pubblica amministrazione a fronte di un atto propulsivo di parte, dall’altro si riferisce a quella serie d’istituti preposti alla rimozione o prevenzione degli effetti negativi prodotti dall’inerzia della P.A. Si tratta di uno degli argomenti più spinosi del diritto amministrativo, perché l’inerzia della P.A. è tematica collegata ai tempi di conclusione del procedimento amministrativo e certezza di conclusione dello stesso. In questo quadro di crescente interesse per la tempistica amministrativa, il legislatore 5

Laurea liv.I

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Fedele Ercolano Contatta »

Composta da 133 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3097 click dal 23/02/2010.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.