Skip to content

Responsabilità sociale d'impresa, salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

Informazioni tesi

  Autore: Giorgio Pietro Guglielmino
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Siena
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze delle pubbliche amministrazioni
  Relatore: Simone Borghesi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 170

Due argomenti decisamente attuali e dal rilevante interesse accademico, sono gli elementi centrali di questo lavoro. La Responsabilità sociale d'impresa rapportata alla salute e sicurezza sul lavoro. Il presente lavoro nasce con lo scopo di conoscere e analizzare tutto ciò che caratterizza il tema della Responsabilità sociale d’impresa in Italia (dalla sua origine storica, ai modelli interpretativi, agli strumenti di comunicazione e promozione), rapportandolo alla delicata problematica della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.
Nello specifico, si potrà notare che il primo capitolo è interamente riservato alla definizione del fenomeno della RSI dal punto di vista teorico e al dibattito che ne consegue in letteratura, all’indicazione dei fattori positivi che caratterizzano l’adozione di strategie di CSR e alle critiche mosse nei confronti di tali politiche.
La parte finale del capitolo è dedicata nuovamente ai contributi provenienti dalla letteratura con riferimento, però, alle critiche mosse nei confronti delle pratiche di CSR.
Aspetto fondamentale della Responsabilità sociale d’impresa è la comunicabilità della stessa. Nel secondo capitolo,si parlerà degli strumenti di comunicazione, promozione e attuazione delle pratiche di responsabilità sociale, con particolare riferimento ai bilanci e alle certificazioni sociali, etiche e ambientali.
La parte iniziale è riservata alla definizione del concetto di bilancio sociale e ambientale. Poi la denominazione che una documentazione sociale o ambientale può avere, le problematiche connesse alla sua stesura, gli esempi di redazione del documento.
Nella seconda parte del capitolo, nel quale si enunceranno le forme di controllo esterno sugli atteggiamenti socialmente responsabili e sulla validità dei documenti di rendicontazione sociale, ovvero quelli che tecnicamente sono chiamati audit e rating sociale.
Il capitolo è completato dall’individuazione e definizione dei principali tipi di certificazione sociale, etico e ambientale adottate a livello internazionale: Accountability (AA1000), il Social Accountability (SA 8000), ISO 1400 ed EMAS per l’ambiente, OHSAS 18001e Q-RES.
Il terzo capitolo assume un taglio evidentemente giuridico fornendo anche delle rilevazioni empiriche.
Più precisamente s’indicherà la normativa comunitaria di riferimento in tema di CSR, così come definita dal Libro Verde della Commissione U.E.Essa è seguita dalla disciplina costituzionale. Dopodicchè un’analisi della disciplina normativa in tema di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro sia in ambito comunitario che nazionale: Decreto legislativo 626 del 1994, al Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro adottato con Decreto legislativo 81 del 2008. Questa prima parte è completata dall’analisi dei principali strumenti di responsabilità sociale in tema di salute e sicurezza sul lavoro, tanto a livello comunitario (il già citato Ohsas 18001, lo Standard Safety Checklist for Contractors, chiamato anche SCC, e il programma Responsible Care) quanto a livello nazionale (il sistema di gestione della salute e della sicurezza UNI-INAIL e il modello OT-24 dell’INAIL).
Il capitolo sarà completato con un’analisi empirica dell’andamento infortunistico in Italia nel corso del 2008.
L’ultimo capitolo è centrato sull’analisi degli elementi costitutivi la diffusione della CSR in Italia, le caratteristiche e gli strumenti utilizzati dalle imprese “virtuose” in tema di salute e sicurezza sul lavoro.
Con riferimento ai dati acquisiti e facendo ricorso a indagini in tema di responsabilità sociale sviluppate da Confindustria, Unioncamere, Istat, Inail e I-CSR, si proverà a dare una definizione empirica del fenomeno e a trarre un profilo, quanto più attendibile possibile, delle imprese che investono nel settore della RSI e della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE La Costituzione Italiana del 1948 considera il lavoro uno dei principali e inalienabili tutelarlo. La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto. Ogni cittadino ha il dovere di svolgere una attività o una funzione che concorre al progresso materiale e spirituale della so Lo Stato tutela il lavoro in tutte le sue forme, cura e migliora la formazione professionale dei lavoratori Soprattutto, la Costituzione italiana Ogni cittadino inabile al lavoro e sprovvisto dei mezzi necessari per vivere ha diritto al mantenimento e all'assistenza sociale. I lavoratori hanno diritto che siano preveduti e assicurati mezzi adeguati alle loro esigenze di vita in caso vecchiaia, disoccupazione involontaria. Gli inabili e i minorati hanno diritto La tutela del lavoro, oggetto di grandi dibattiti in Costituente, e alla quale la Costituzione dedica particolare attenzione, è oggi vittima di una serie di azioni politiche e legislative che, ogni giorno, la mortificano e la ridimensionano, rendendo il lavoro stesso un valore secondario non tutelato come dovrebbe. conseguente aumento dei casi di lavoro sommerso, gli infortuni e le vittime del lavoro, che ogni giorno riempiono le cronache dei giornali, sono tutti sintomi di un funzionamento non corretto dei meccanismi legislativi di tutela del lavoro, ma soprattutto di difesa del lavoratore. possono trovare spazio le pratiche di responsabilità sociale e assumere un ruolo centrale nella tutela del lavoratore. !" "

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

626/94
aa 1000
andamento infortunistico in italia
auditin e rating sociale
bilancio ambientale
bilancio sociale
certificazioni
codice etico
confindustria
csr
cultura d'impresa
emas
inail
indagine
istat
letteratura scientifica
ohsas 18001
q-res
responsabilità sociale d'impresa
sa 8000
salute e sicurezza sul lavoro
t.u. d. lgs 81/08
tessuto economico
unioncamere

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi