Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

EXPO Milano 2015 - Opportunità di Marketing e di vantaggio competitivo

L’avvento della globalizzazione e il peso crescente degli eventi (fiere, festival, mostre, Olimpiadi ed Esposizioni Universali) nelle politiche di sviluppo del territorio e di promozione turistica, hanno catturato negli ultimi anni l’attenzione degli studiosi e dei responsabili degli enti locali; questi due fenomeni, infatti, stanno cambiando il modo di comportarsi di individui, imprese ed istituzioni nel modo di rapportarsi con i Paesi esteri nella ricerca del vantaggio competitivo.
Il tanto ambito “vantaggio competitivo” deve essere, infatti, ricercato non più all’interno di un’area più o meno estesa, magari nelle prossimità in cui si opera, ma ovunque nel Mondo, e questa nuova necessità porta le Istituzioni di tutti i Paesi del nostro Pianeta a diventare “attraenti” per le organizzazioni che desiderano investire all’estero e per i turisti stranieri.
Questo risultato può essere facilitato da un’attenta pianificazione di marketing territoriale, che metta in risalto i punti di forza del Paese e crei delle vere e proprie opportunità per imprese e individui.
All’interno dello scenario appena descritto, l’Esposizione Universale costituisce una grandissima opportunità di sviluppo del territorio del Paese che la ospita; lo sviluppo territoriale, però, non va inteso unicamente in termini di costruzione di nuove infrastrutture, creazione e potenziamento di nuovi servizi, quanto, invece, in termini di opportunità di mostrare al resto del Mondo le proprie tradizioni ed eccellenze a 360 gradi.
L’Expo è un evento che, soprattutto a seguito della candidatura di Milano per la manifestazione programmata nel 2015, sta diventando sempre più attuale in termini di progetti architettonici e folcloristici che accompagneranno e stanno già accompagnando i cittadini milanesi verso tale traguardo. Approfondendo le tematiche relative all’organizzazione di eventi come strumenti di marketing territoriale, è stato possibile capire quali potessero essere gli effetti sul nostro territorio di un evento di tale portata ed inoltre per valutare con occhio propositivo l’occasione che la città di Milano e i cittadini milanesi e lombardi in particolare, hanno, per valorizzare le eccellenze “Made in Italy”.

Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO 2 - LA STRATEGIA DI COMUNICAZIONE E PROMOZIONE DELL’EXPO 2015 2.1 – Milano: metropoli europea e nodo mondiale Milano con l’Expo del 2015 vuole mettersi al servizio della crescita del Paese, diventando la prima ambasciatrice dell’Italia nel Mondo. Il territorio Lombardo e Milano, in particolare, sono il candidato ideale, in Italia e nel Mondo, per l’Expo 2015 in quanto, vista in termini Europei, l’intera area metropolitana milanese è paragonabile a quella di Londra o di Parigi; la cosiddetta “Regione di Milano”, infatti, può contare su un bacino demografico di circa 9.3 milioni di abitanti, e su un posizionamento assolutamente centrale in quanto situata nel cuore della Pianura Padana, entrambe elementi preferenziali per l’assegnazione dell’Expo da parte del BIE, vista la tradizionale importanza del flusso di visitatori locali nell’assicurare il successo dell’Esposizione. Oltre ad essere una Città che produce il 10% del PIL Nazionale, che ha un reddito pro-capite che è quasi il doppio di quello Nazionale ed un tasso di disoccupazione che è la metà di quello italiano, è la capitale italiana del volontariato e del terzo settore ed è la sede di 650 show-room di moda, in competizione con Parigi e New York; senza contare l’afflusso di visitatori che ogni anno giungono a Milano in occasione di spettacoli d’arte, musica e cinema, in linea, a pari abitanti, con Berlino, Amsterdam, Barcellona. L’Italia e la città di Milano sono, dunque, il cuore al centro del Mediterraneo, non solo geograficamente, ma anche culturalmente,socialmente e politicamente. Il nostro Paese è realmente aperto all'integrazione , al dialogo culturale ed è dunque un ponte naturale tra i Paesi in via di sviluppo e quelli sviluppati. Sarà proprio questa l’idea basilare dell’Expo Milano 2015 che darà l’opportunità di creare un luogo di massa per incontrare persone, scambiare e condividere idee e punti di vista, e un luogo in cui momenti di riflessione, selezione e consapevolezza si mescolano con i tempi della comprensione reciproca e la crescita. 02

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Andrea Ocone Contatta »

Composta da 133 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 16488 click dal 26/02/2010.

 

Consultata integralmente 25 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.