Skip to content

Il bambino musicale: la Music Learning Theory di Edwin E. Gordon

Informazioni tesi

  Autore: Debora Martino
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi della Calabria
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Discipline delle arti, della musica e dello spettacolo
  Relatore: Silvia Vizzardelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 56

La mia tesi si occupa dell’apprendimento musicale nei bambini a partire dalla nascita, descrivendo una delle prospettive educative più recenti e più complete di tutto il panorama internazionale, cioè la Music Learning Theory di Edwin E. Gordon. La Music Learning Theory, nata da quasi 50 anni di ricerche, osservazioni, studi teorici ed applicazioni pratiche condotti in prima persona dallo stesso Gordon, si occupa di analizzare e di descrivere le modalità di apprendimento musicale del bambino a partire dall’età neonatale e si fonda sul presupposto che la musica si possa apprendere secondo processi analoghi a quelli con cui si apprende il linguaggio. È perciò importante che questo percorso d’apprendimento abbia inizio proprio durante la primissima infanzia, periodo che si contraddistingue dagli altri per la maggiore capacità di apprendimento del bambino: c’è infatti la convinzione da parte di Gordon, confermata dai suoi numerosi studi sull’attitudine, che ogni bambino abbia una capacità potenziale di apprendere la musica che può essere sviluppata a partire dalla nascita. L’avvicinamento del bambino al mondo della musica, attraverso un percorso d’apprendimento in età neonatale, risulta particolarmente importante anche per favorire l’altro aspetto su cui si basa la teoria di Gordon, cioè l’Audiation. L’Audiation consiste in una sorta di percorso-processo che conduce ad una vera e propria comprensione mentale della sintassi musicale e che si realizza appunto quando “si sente e si comprende mentalmente una musica il cui suono non è mai stato prodotto o non più fisicamente presente”. Essa per Gordon è indispensabile per tutte quelle situazioni uditive dove nasce l’esigenza di una realizzazione e di una comprensione mentale della sintassi musicale, e quindi l’ascolto, l’improvvisazione, la scrittura e la lettura di un brano musicale, ecc. Secondo Gordon, affinché avvenga un apprendimento musicale e quindi lo sviluppo delle attitudini musicali e dell’Audiation, il bambino deve compiere un percorso propedeutico che egli definisce Audiation preparatoria con cui, attraverso una serie di tipi e stadi d’apprendimento che si presentano in modo sequenziale e cumulativo, il bambino può acquisire, a partire dall’età neonatale, tutti quegli strumenti che gli permetteranno di comprendere con consapevolezza il discorso musicale, competenza sempre più rara da rintracciare.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
9 CAPITOLO I La Music Learning Theory di Edwin E. Gordon 1.1 L’educazione musicale per l’infanzia Nella società italiana, l’educazione musicale si è sempre trovata in posizioni particolarmente critiche rispetto a quelle di altri paesi, come ad esempio la Finlandia, dove la musica e quindi l’educazione musicale hanno un ruolo di primo ordine. In particolar modo, in questo paese viene data molta attenzione all’educazione informale, intesa come “una serie di stimoli provenienti dalla famiglia e dai soggetti vicini al nucleo familiare”9, che possa portare avanti, quelle che sono “le abitudini culturali finlandesi, improntate sulla trasmissione del patrimonio etnico – folklorico, musicale in particolar modo, per una continuità delle tradizioni e per la costruzione di una comunità riconoscibile su comuni denominatori”10 In Finlandia l’educazione musicale è perciò inserita, con il coinvolgimento delle famiglie, in tutti i gradi della formazione, in quanto se ne riconoscono i molteplici effetti positivi, come lo sviluppo e l’articolazione dell’immaginazione, del pensiero critico, creativo, e delle capacità comunicative e relazionali: non è un caso che la Finlandia si distingua “nelle più svariate classifiche: reddito procapite, competitività, consumo culturale, credibilità scientifica, ecc..”11 Per quanto riguarda invece l’Italia, l’educazione musicale dei bambini e dei giovani non è considerata una priorità: si può notare, infatti, che “a sei-sette anni molti bambini non abbiano ancora conseguito un coordinamento audio-vocale idoneo, risultando così “stonati” a causa di stimoli inadeguati, condizionamenti psicologici, ambienti familiari poco ricettivi”12 Probabilmente questo dipende dal fatto che l’Italia, paese di grandi contraddizioni, sia tuttora ancorata alle convinzioni della tradizione che appunto prevede che l’approccio alla musica debba avere inizio partendo dalla conoscenza degli aspetti teorici, tralasciando quello che è il particolare effettivamente più importante, cioè l’ascolto. Spesso, infatti, essa ci viene trasmessa attraverso, ad 9 R. Valentino Merletti, 2005; 12(1): 1-2 10 Idem 11 Idem 12 J. Tafuri, G. Baldi, 2000; 16: 37-43

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

acculturazione
assimilazione
audiation
canto
didattica
edwin e. gordon
guida informale
imitazione
linguaggio
movimento
music learning theory
respiro

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi