Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

N.o.t.e.s.: management infermieristico nella chirurgia del terzo millennio

Gli sviluppi tecnologici del nostro secolo conducono verso avanzamenti nella possibilità di trattamento delle patologie, che fino a qualche anno fa sembravano utopistiche. Tali sviluppi presuppongono un adeguato sostegno alla ricerca ed incoraggiano protocolli diagnostico-terapeutici che prevedono la stretta collaborazione delle varie discipline mediche e chirurgiche e delle varie professionalità che ognuna per le proprie competenze, può e deve apportare risposte alla gestione delle nuove modalità di cura. Non tutti saranno d’accordo ovviamente, qualcuno potrebbe obiettare nella non supportabilità di questa procedura in quanto pericolosa.

Mostra/Nascondi contenuto.
9 1.1 Cos’è la N.O.T.E.S.? L‟accesso ad un organo o tumore nel sistema gastrico, intestinale o toracico può essere ottenuto facendo un'incisione attraverso uno degli orifizi naturali del corpo (bocca, vagina, colon, uretra, ano). Da qui le denominazioni di accesso transgastrico, transvaginale, transcolonico, transrettale, transuretrale o transvescicale alla cavità peritoneale o anche al torace. Una procedura endoscopica transgastrica ago-guidata usata da tempo è la Gastrostomia Endoscopica Percutanea (PEG). Alcuni casi di Appendicectomia transgastrica, legatura delle Tube di Falloppio e un caso di Colecistectomia in una donna a New York sono stati riportati. Il rapporto più recente della Peritoneoscopia transvescicale dimostra risultati promettenti e si crede che sia, migliore di quello transgastrico. L'approccio Transvaginale fu compiuto inizialmente con successo da Dimitrios Tsakayannis. Tale accesso sembra essere migliore perché non richiede la chiusura endoscopica della viscerotomia; comunque, le limitazioni dovute alle variazioni dell'anatomia del maiale rendono la procedura ingombrante, e in alcuni casi, l'uso del trocar addominale è necessario per facilitare la visualizzazione. Gli altri studi animali promettenti sono oltre alla legatura transgastrica delle Tube di Falloppio, la Splenectomia transgastrica, e la Peritoneoscopia. La NOS ancora è in via sperimentale, ma già alcuni pazienti sono stati Colecistectomizzati attraverso la bocca. La NOS è stata usata per la chirurgia retroperitoneale surrenale e renale. Le procedure come la Retroperitoneoscopia, l‟ Adrenalectomia, la Biopsia renale, e la Nefrectomia sono già state compiute con successo nel maiale. Separatamente, si è sviluppata l‟idea di usare gli orifizi naturali per l‟ accesso al torace. La toracoscopia transvescicale e transdiaframmatica sembrano essere fattibili seppur impegnative. A livello Europeo ed Americano sono nati centri e gruppi di ricerca per studiare la NOTES, basandosi su quegli interventi che sono compiuti con tale tecnica ormai tradizionalmente. In alcune chirurgie, infatti, ha già senso compiere l‟accesso chirurgico da un naturale orifizio. Per esempio, la Tonsillectomia è routinariamente compiuta attraverso la bocca; l‟accesso ai polipi del colon avviene dall‟ano. Alcuni pazienti possono essere i migliori candidati per la NOS rispetto ad altri. I proponenti della tecnica ritengono che può essere

Laurea liv.I

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Silvio Polizzi Salamone Contatta »

Composta da 98 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2603 click dal 11/03/2010.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.