Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Franchisig in Cina

Il franchising come strategia di penetrazione di nuovi mercati ha avuto un forte sviluppo a partire dal secolo scorso, sebbene non sia ammesso in tutti i Paesi. La presente tesi si propone di descrivere la situazione del franchising in uno degli Stati che più ha attratto gli investitori stranieri negli ultimi decenni: la Cina. L'autrice analizza il contesto normativo cinese sul franchising in Cina e offre casi esemplari di aziende che operano in franchising sul territorio della Repubblica Popolare Cinese.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione E’ ormai risaputo che la crescita economica della Cina Ł accompagnata da un processo di occidentalizzazione che tocca varie aree del sistema Nazione. Piø di un anno e mezzo fa, mentre stavo pianificando un’esperienza di studio in Cina, mi sono imbattuta in un articolo sul franchising di McDonald’s, forse il marchio a cui si associa automaticamente il termine franchising , che ha suscitato la mia curiosit su come questa pratica venisse recepita in Cina e sul suo rapporto con le trasformazioni in atto. Nelle piø grandi citt , in particolar modo a Shanghai, vi Ł una concentrazione di insegne di moltissimi marchi stranieri diffusi in franchising, principalmente nordamericani, numericamente di gran lunga superiori ai marchi di franchisors cinesi. Le aziende nazionali cominciarono ad impiegare questa tecnica di commercializzazione quando i franchisors stranieri comparvero negli anni Ottanta, subito dopo l’applicazione di una politica per ripristinare le relazioni con l’estero. Tuttavia definire franchising la loro attivit prima del 2004, quando Ł stato emanato un provvedimento effettivo per l’industria, non Ł esatto. Infatti l’influenza di fattori caratteristici del passato era cos marcata agli inizi del processo di trasformazione che i franchisors stranieri non erano riconosciuti sul piano legislativo. Come la legge sugli investimenti dall’estero, il recente regolamento sul franchising a cui Ł collegato e valevole anche per gli stranieri, Ł stato elaborato in modo da coniugare gli interessi interni del Ptaese e internazionali. Il lavoro si propone allora di rilevare le implicazioni della disciplina sul franchising per i franchisors stranieri nel tempo sin dal loro arrivo in Cina, confrontarli con i franchisors nazionali, facendo un bilancio del percorso di avvicinamento al modello di economia di mercato e rinnovamento delle ideologie governative. Nel primo capitolo si delucida il funzionamento del franchising, al fine di comprendere le ragioni del suo impiego sul mercato interno ma soprattuto per l’espansione all’estero, nella fattispecie in Cina. 4

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Martina Pastocchi Contatta »

Composta da 46 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1292 click dal 13/05/2010.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.