Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Modelli di assegnazione dinamica alle reti stradali - Un'applicazione al centro urbano di Colleferro

Il lavoro ha permesso di ricostruire l’attuale condizione di una rete dei trasporti di medie dimensioni tramite l’implementazione dei modelli di domanda e di offerta e l’interazione trai i due (assegnazione).
L’assegnazione è stata effettuata con 2 metodologie differenti: assegnazione statica e assegnazione dinamica.
A valle del lavoro è stato possibile ottenere una rappresentazione realistica delle condizioni di congestione della rete (verificabile in loco), l’individuazione dei tratti critici, l’evoluzione nel tempo della congestione sulla rete. Il lavoro svolto è il punto di partenza (calibrazione) necessario per poter simulare ed analizzare eventuali interventi sulla rete volti a risolvere le situazioni critiche (interventi per la fluidificazione del traffico, diverso assetto della viabilità, integrazione con il trasporto pubblico etc.)
Il lavoro è costituito di 3 fasi: ricostruzione della domanda degli spostamenti, ricostruzione dell’offerta, assegnazione.
La ricostruzione della domanda è necessaria e serve a capire quanti spostamenti avvengono tra le zone della città e gli scambi con l’esterno. Per questa operazione mi sono basato sui dati Istat (popolazione e addetti) e su conteggi di traffico effettuati in punti particolari della rete.
Il modello di offerta consiste nella rappresentazione delle infrastrutture utili allo studio e all’inserimento delle caratteristiche necessarie a modellare il deflusso dei veicoli (velocità, capacità, numero di corsie etc.)
Infine tramite il modello di assegnazione provvede a calcolare i percorsi possibili tra le coppie OD e a distribuire i veicoli su di essi tramite opportune funzioni di costo.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 2 STATO DELL’ARTE I sistemi di trasporto sono costituiti da elementi fisici e organizzativi che interagiscono tra loro per produrre opportunità di trasporto e, insieme a questi elementi, dalla domanda di mobilità che utilizza tali opportunità. I modelli matematici per i sistemi di trasporto simulano i flussi di domanda, le prestazioni dell’offerta, le loro interazioni e i principali effetti sul “mondo esterno” per un sistema di trasporto reale o ipotetico. I modelli matematici e tutti i metodi che consentono il loro uso per sistemi reali e a larga scala sono, quindi, strumenti fondamentali per la valutazione e/o la progettazione di azioni che riguardano gli elementi fisici e/o organizzativi del sistema dei trasporti. In questo capitolo si definiscono i sistemi di trasporto, se ne individuano le principali componenti e le loro relazioni. Successivamente si tratterà l’individuazione di un sistema di trasporto, ossia la definizione delle componenti rilevanti, delle loro relazioni e delle ipotesi di base assunte per simulare questi sistemi. Si presenteranno poi alcuni modelli matematici e alcune applicazioni che hanno i modelli di trasporto. 2.1 Definizione di sistema di trasporto Un sistema di trasporto può essere definito come l’insieme di componenti e di loro reciproche interazioni che determinano la domanda di mobilità fra punti diversi del territorio e l’offerta di servizi per il soddisfacimento di tale domanda. Tutte le componenti di un sistema sociale ed economico localizzate sul territorio interagiscono tra loro con diversi livelli di intensità; è però evidente che se per rappresentare e simulare un qualunque sistema di trasporto si dovesse tenere in conto della società nel suo complesso si sarebbe nell’impossibilità pratica di operare. Secondo l’approccio tipico dell’analisi dei sistemi, si isolano gli elementi ritenuti rilevanti per il problema in esame; questi, con le loro relazioni, costituiscono il “sistema di analisi”. Il resto è denominato “sistema esterno” ed è tenuto in conto unicamente attraverso le sue relazioni con il sistema di analisi. In questo caso ci si occupa di un sistema urbano che comunica col sistema esterno tramite gli assi viari maggiori. Il sistema urbano può a sua volta essere suddiviso in altri sottosistemi, tra cui il “sistema di trasporto” del quale verranno presentate tutte le componenti usate per il questo studio, cominciando dalle principali: domandi di mobilità e offerta di trasporto.

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Andrea Colaiacomo Contatta »

Composta da 110 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1131 click dal 11/03/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.