Skip to content

Dalla transizione democratica al governo Zapatero

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Favino
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Scienze Umanistiche
  Corso: Scienze storiche
  Relatore: Mariella Rossi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 69

Dopo molti anni di disinteresse o di facili stereotipi, da qualche tempo della Spagna si parla di più e in modo diverso. Infatti, così come è stata per oltre un secolo reiterata la cantilena sui ritardi e l’arretratezza della Spagna, l’aggettivo spagnolo ricorre oggi con frequenza nel dibattito politico dopo i sostantivi “modello” e “miracolo”.
Guardando con maggiore attenzione però, solo chi si è attardato a pensare alla Spagna come a un Paese arretrato, isolato e ai margini dell’ Europa, può pensare alla Spagna di oggi come al risultato di un miracolo. Se ci si sforza a guardare le cose da lontano, osservando quindi le vicende spagnole nella giusta prospettiva storica, ci si rende conto che il fenomeno è meno recente di quanto appaia a prima vista. Se infatti “miracolo” è quel fenomeno eccezionale che non riesce a spiegarsi con leggi naturali conosciute, va da sé che l’applicazione di tale metafora alle vicende spagnole risulta essere impropria. Se invece l’espressione viene impiegata per descrivere una trasformazione portentosa e in tempi accelerati, c’è da dire che la Spagna di questi “miracoli” ne ha conosciuti più di uno nell’ultimo mezzo secolo. E che, senza essere tra loro concatenati in un rapporto necessario di causa-effetto, l’uno non si spiega senza l’altro e senza la ricostruzione del contesto nel quale questi si sono prodotti.
Questo mio lavoro mira ad offrire un piccolo contributo sulle vicende che hanno caratterizzato gli ultimi trent’ anni della storia spagnola, proponendo una sintesi di questo importante periodo, il cui inizio si può far coincidere con la morte del generale Franco, avvenuta nel 1975.
Una grande attenzione nella prima parte del lavoro è rivolta a come sul finire degli anni Settanta il Paese iberico sia riuscito a superare, in modo indolore, la delicata fase del passaggio alla democrazia, caratterizzata dalla collaborazione tra le èlite politiche e sociali.
All’ interno dello stesso capitolo vengono esaminati il sistema dei partiti e le diverse fasi della vita del paese: i governi centristi di Adolfo Suárez, le amministrazioni socialiste di Felipe González con il loro iniziale impulso modernizzatore e l'ingloriosa fine tra gli scandali, l'ascesa dei popolari di Aznar e il loro imprevisto crollo nel 2004 fino al ritorno dei socialisti al governo con Zapatero.
Nella seconda parte vengono analizzati sia le scelte del governo Zapatero di spostare in Europa il baricentro della Politica Estera spagnola, sia i motivi che hanno determinato, in Spagna, un radicamento del sentimento europeista maggiore rispetto agli altri paesi europei.
Nell’ ultimo capitolo, l’ attenzione è rivolta all’ ampia autonomia progressivamente concessa alle regioni, le comunidades autònomas, che ha portato il sistema spagnolo ad essere considerato oggi come un esempio di federalismo, seppure “in costruzione” o non del tutto compiuto. In tale contesto, infine, un discorso separato merita la difficile questione legata al nazionalismo basco ed in particolare all’ organizzazione terroristica dell’ Eta che nel corso degli ultimi trent’ anni ha rappresentato la sfida maggiore sferrata al giovane sistema democratico spagnolo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Dopo molti anni di disinteresse o di facili stereotipi, da qualche tempo della Spagna si parla di più e in modo diverso. Così come è stata per oltre un secolo reiterata la cantilena sui ritardi e l’arretratezza della Spagna, l’aggettivo spagnolo ricorre oggi con frequenza nel dibattito politico dopo i sostantivi “modello” e “miracolo”. Guardando con maggiore attenzione però, solo chi si è attardato a pensare alla Spagna come a un Paese arretrato, isolato e ai margini dell’ Europa, può pensare alla Spagna di oggi come al risultato di un miracolo. Se ci si sforza a guardare le cose da lontano, osservando quindi le vicende spagnole nella giusta prospettiva storica, ci si rende conto che il fenomeno è meno recente di quanto appaia a prima vista. Se infatti “miracolo” è quel fenomeno eccezionale che non riesce a spiegarsi con leggi naturali conosciute, va da sé che l’applicazione di tale metafora alle vicende spagnole risulta essere impropria. Se invece, l’espressione viene impiegata per descrivere una trasformazione portentosa e in tempi accelerati, c’è da dire che la Spagna di questi “miracoli” ne ha conosciuti più di uno nell’ultimo mezzo secolo. E che, senza essere tra loro concatenati in un rapporto 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

adolfo suárez
antonio primo de rivera
arias navarro
attentati madrid
castiglia
costituzione spagnola
dittatura
età
euskadi
felipe gonzález
francisco franco
guerra civile spagnola
josé luis rodríguez zapatero
josé maría alfredo aznar
juan carlos
melilla
miracolo spagnolo
paesi baschi
psoe
scienze politiche
spagna
storia
transizione democratica
transizione spagnola

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi