Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La contraffazione per equivalenti del brevetto per invenzione

Il principio degli equivalenti viene in considerazione quando si dà al brevetto una portata protettiva più ampia da quella che risulta dalla stretta lettura delle rivendicazioni. Secondo l’art. 69 della Convenzione di Monaco e il suo Protocollo interpretativo, la base normativa della distinzione sta nella contrapposizione tra “senso stretto e letterale del testo delle rivendicazioni” e protezione che risulta altrimenti dal “tenore” delle rivendicazioni

Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo I Il principio degli equivalenti in prospettiva storica. Il principio degli equivalenti viene in considerazione quando si dà al brevetto una portata protettiva più ampia da quella che risulta dalla stretta lettura delle rivendicazioni. Secondo l’art. 69 della Convenzione di Monaco e il suo Protocollo interpretativo, la base normativa della distinzione sta nella contrapposizione tra “senso stretto e letterale del testo delle rivendicazioni” e protezione che risulta altrimenti dal “tenore” delle rivendicazioni 1 . Gli equivalenti costituiscono la forma di contraffazione più utilizzata nella pratica. Il loro utilizzo cresce insieme al crescere del progresso tecnico: si accorcia sempre di più l’orizzonte temporale entro il quale un’innovazione tecnica può essere sfruttata e allo stesso tempo cresce il grado di dipendenza dell’invenzione – innovatrice dalle invenzioni già brevettate. La distinzione fra i due tipi di contraffazione ha un significato solo analitico (visto che sono tipi di violazione brevettuale di pari 1 Il tema del ruolo delle rivendicazioni nella delimitazione della privativa brevettuale verrà affrontato nel capitolo II di questa tesi. 4

Laurea liv.I

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Sofia Parodi Contatta »

Composta da 101 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1557 click dal 17/03/2010.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.