Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La trasparenza bancaria e le recenti modifiche

La tesi tratta dell'evoluzione della trasparenza bancaria in Italia dal 1992 fino ai nostri giorni.

Mostra/Nascondi contenuto.
quasi irrifesso, naturale, senza una precisa individuazione del suo signifcato e senza una precisa individuazione del suo ruolo9. Di solito il termine è associato ad altro vocabolo, per divenirne connotato qualifcante (come accade per la trasparenza del contratto, del rapporto, del comportamento, del documento, di una gara, etc.) ed implica pertanto chiarezza contrapposta ad opacità, correttezza contrapposta a slealtà, rivelazione contrapposta a celamento, infor- mazione contrapposta ad ignoranza, e così via10. Talvolta ancora si tratta solo di sostituzione del vocabolo (o dell’aggettivo che ne deriva) ad altri senza che dal punto di vista normativo si registrino innovazioni: è il caso della sostituzione, omologazione dei termini “chiarezza e rappresentazione veritiere” (di cui all’art. 2423 c.c., riferiti alle tecniche di redazione dei bilanci delle società) all’espressione trasparenza di bilancio o trasparenza della contabilità11. Altra volta in- 9 Anzi, proprio perché il suo impiego è cosi variegato, e i soggetti che incidono sul suo impiego sono così numerosi e svolgono funzioni tra loro così differenti (si pensi al legislatore comunitario, ai legislatori nazionali, alle amministrazioni pubbliche, alle Autorità amministrative indipendenti, alle associazioni che aggregano interessi affni, agli organi di controllo deontologico, alle prassi commerciali) occorre subito avvertire che si tratta di un termine dotato di una pluralità di signifcati e votato ad assolvere una pluralità di ruoli, attesa la sua estensione semantica. Non si tratta tuttavia né di un tema neutro, né di una espressione meramente sociologica. Cfr. SALANITRO, Disciplina antitrust e contratti bancari, in Banca, borsa e titoli di credito, 1995, 11, p. 419. 10 BELLI, CONTENTO, PATRONI GRIFFI, PORZIO, SANTORO, Testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia, vol. II, Zanichelli, Bologna, 2003. 11MAIMERI, Art. 150, in Commentario al TU delle disposizioni in materia di intermediazione fnanziaria, a cura di ALPA, e CAPRIGLIONE, tomo II, Padova, 2002, pag. 1389. 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Gian Franco D'adamo Contatta »

Composta da 90 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3605 click dal 25/03/2010.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.