Skip to content

Lettera di François Philippe Brunck a Girolamo Pompei

Informazioni tesi

  Autore: Silvia Rubin
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Verona
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e culture per il management turistico
  Relatore: Fabio Forner
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 40

Introduzione

Presso la Biblioteca Civica di Verona, si trova una lettera scritta da Richard François Philippe Brunck e indirizzata a Girolamo Pompei, ancora inedita.
Si tratta di un foglio doppio scritto sulle prime tre facciate, inserito nel “Carteggio Girolamo Pompei” (carteggi b. 97) che contiene versioni manoscritte di alcune opere e lettere scritte e ricevute dal Pompei. In particolare la busta dedicata alle lettere di/a Pompei è catalogata b. 97.6.
Essa contiene, oltre all’epistola presa in esame, un biglietto scritto da Giuseppe Torelli; una lettera scritta dal Pompei stesso e altre tre lettere a lui indirizzate da Paolo Maria Paciaudi, Francesco Angiolini e Clementino Vannetti; la busta si chiude con fascicolo contenente quattro sonetti scritti da Pompei, una canzone, alcuni appunti e un sonetto dedicato al Pompei.
L’epistola del Brunck è in lingua francese e reca la data e il luogo in cui è stata scritta: Strasburgo 11 dicembre 1779.
Le informazioni che presenterò in questo elaborato hanno lo scopo di chiarire e commentare il testo della lettera qui, per la prima volta, trascritta.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Presso la Biblioteca Civica di Verona, si trova una lettera scritta da Richard François Philippe Brunck e indirizzata a Girolamo Pompei, ancora inedita.1 Si tratta di un foglio doppio scritto sulle prime tre facciate, inserito nel “Carteggio Girolamo Pompei” (carteggi b. 97) che contiene versioni manoscritte di alcune opere e lettere scritte e ricevute dal Pompei. In particolare la busta dedicata alle lettere di/a Pompei è catalogata b. 97.6. Essa contiene, oltre all’epistola presa in esame, un biglietto scritto da Giuseppe Torelli;2 una lettera scritta dal Pompei stesso e altre tre lettere a lui indirizzate da Paolo Maria Paciaudi, Francesco Angiolini e Clementino Vannetti;3 la busta si chiude con fascicolo contenente quattro sonetti scritti da Pompei, una canzone, alcuni appunti e un sonetto dedicato al Pompei.4 L’epistola del Brunck è in lingua francese e reca la data e il luogo in cui è stata scritta: Strasburgo 11 dicembre 1779. Le informazioni che presenterò in questo elaborato hanno lo scopo di chiarire e commentare il testo della lettera qui, per la prima volta, trascritta. 1 Biblioteca Civica, via Cappello, 43, 37121 Verona. 2 Giuseppe Torelli (1721-1781), veronese, celebre matematico e umanista. Laureato in legge a Padova, Torelli dedicò in realtà le sue migliori energie intellettuali alla geometria e all’idraulica. Occupò i suoi otia anche con nobili esercitazioni letterarie: tradusse in endecasillabi il primo libro dell’Eneide e intervenne poi su un paio di passi controversi del Purgatorio dantesco e confutò l’antidantismo di Bettinelli e di Voltaire. Vittorio Alfieri e Ippolito Pindemonte nella Verona del Settecento, atti del convegno di studi Verona, 22-24 settembre 2003, a cura di Gian Paolo Marchi e Corrado Viola, edizioni Fiorini, Verona, 2005, p.32. 3 Paolo Maria Paciaudi (1710-1785) fu religioso, archeologo, epigrafista e letterato. Nel 1761 raggiunse la corte del duca Filippo di Borbone a Parma, dove fondò la Reale Biblioteca (oggi Palatina), di cui fu direttore fino al 1774. G.B. CORNIANI, S. TICOZZI, I secoli della letteratura italiana dopo il suo risorgimento, Milano, Vincenzo Ferrario, 1843, t. 2, p. 614. Francesco Angolini nacque a Piacenza nel 1750, entrò nell’ordine dei gesuiti nel 1765 e compì i propri stusi accademici nella città natale e a Bologna. Morì nel 1788 a Polock nella Russia Bianca. A. ASOR ROSA, Gli autori: dizionario bio- bibliografico e indici, Torino, Einaudi, 1991, v. 8, p. 87. Clementino Vannetti nacque a Rovereto il 14 novembre 1754, figlio dei letterati Giuseppe Valeriano e Bianca Laura Saibante. Fu appassionato studioso dei classici latini ed elegante scrittore in italiano e latino. Tenne corrispondenza con vari famosi letterati d’Italia, tra i quali il Pompei e il Parini. Numerose furono le sue pubblicazioni di prose letterarie e di poesie, anche in lingua latina. Morì il 13 marzo 1795. A. CESARI, Vita del cavaliere Clementino Vannetti, Verona, Merlo, 1818, pp. 5 e ss.; 124-125 4 http://www.cresverona.it/print.php?mod=02_Inventario%20manoscritti/01_Biblioteca%20Civica

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

brunck
epistola
girolamo pompei
verona

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi