Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sviluppo software di un sistema per la web-based learning: gestione della personalizzazione e dell’adattatività in base alle conoscenze possedute ed acquisite dal discente

Il progetto alla base di questa tesi è la realizzazione di un’applicazione software web-based, che ha lo scopo di personalizzare l’insegnamento impartito ad un discente anche in base al suo stile di apprendimento o Learning Style. Con questo termine si vogliono indicare le caratteristiche cognitive, stimolative, ed il comportamento psicologico che servono come indicatori più o meno stabili di come gli studenti percepiscono, interagiscono e rispondono ad un ambiente di apprendimento.

Mostra/Nascondi contenuto.
18 dicembre 2008  [TESI DI LAUREA IN LINGUAGGI PER IL WEB]    Ingegneria Informatica Università “La Sapienza” – Roma –  Polo di Latina   3   Introduzione Il progetto alla base di questa tesi inizia con la realizzazione di un’infrastruttura in grado di migliorare le caratteristiche di qualità di un’applicazione software web-based preesistente, che ha lo scopo di personalizzare l’insegnamento impartito ad un discente anche in base al suo stile di apprendimento o Learning Style. Con questo termine si vogliono indicare le caratteristiche cognitive, stimolative, ed il comportamento psicologico che servono come indicatori più o meno stabili di come gli studenti percepiscono, interagiscono e rispondono ad un ambiente di apprendimento. Come citato da Naser-Nich Manocher [9], “Il learning style è definito come le fondamenta di base dell’individuo, particolari esperienze di vita passate e le esigenze dell’ambiente attuale che enfatizzano alcune abilità piuttosto che altre”. Esistono molte teorie su questo argomento, ma tratteremo solo il modello adottato dal sistema, ovvero quello di Felder e Silverman[1,2,3]. Il modello prevede quattro dimensioni per dare una misura dei sensi del discente: 1. Comprensione: a) Global, coloro che amano fare grandi salti di contenuti, e non perdere mai di vista gli obiettivi del corso che intendono seguire. b) Sequential, lineari e sequenziali, amano l’ordine logico di presentazione dei contenuti didattici. 2. Processazione: a) Active, prediligono la sperimentazione pratica e il lavoro di gruppo. b) Reflective, molto riflessivi e solitari nello studio, amano i sommari e le continue revisioni dei concetti appena studiati. 3. Percezione: a) Sensing, preferiscono analizzare prima gli esercizi svolti e poi la teoria su cui si basano. b) Intuitive, sono soliti studiare la teoria e poi analizzare gli eventuali esempi. 4. Input: a) Visual, preferiscono figure, grafici, diagrammi e dimostrazioni; b) Verbal discorsivi, prediligono la lettura e le esposizioni orali. Per poter valutare la tipologia degli stili di apprendimento si utilizza un questionario di 44 domande a risposta multipla denominato Index of Learning Styles, il quale restituisce la tipologia di learning style dello studente per ciascuna dimensione e il peso con il quale questo dovrebbe

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Umberto Griffo Contatta »

Composta da 104 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 718 click dal 08/04/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.