Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sistemi di governance e modelli di integrazione tariffaria nel trasporto pubblico locale

Il Trasporto Pubblico Locale costituisce un settore cruciale per l’economia delle Città, delle Regioni e degli Stati. Negli ultimi 40 anni il TPL italiano ha dovuto far fronte a numerosi cambiamenti, dettati da una riforma volta a perseguire la normativa comunitaria, con l’obiettivo di migliorare il modello dei servizi di trasporto pre-esistente. Storicamente si è assistito ad un graduale passaggio di poteri e responsabilità dallo Stato alle Regioni e da queste agli Enti Locali. All’interno di un modello di governance del TPL così articolato e definibile “multilivello”, numerose sono state le problematiche che la normativa italiana sta tuttora cercando di risolvere, proponendo norme sempre più mirate a regolare tali relazioni di governo. Privatizzazione e liberalizzazione sono stati i concetti chiave che hanno guidato le riforme degli ultimi 15 anni, interrompendo il monopolio pubblico e aprendo il mercato ai meccanismi della concorrenza e alla gestione dei servizi di trasporto in capo ad aziende private. Le questioni ancora aperte che stanno al centro di questo fenomeno riguardano l’effettiva attuazione della concorrenza per il mercato e l’affermazione di una visione multimodale della mobilità, nel tentativo di migliorare la competitività del TPL rispetto al veicolo privato. Quest’ultima questione è collegata ad uno dei temi sociali più rilevanti degli ultimi tempi: la mobilità sostenibile. L’obiettivo ultimo è infatti quello di generare un’offerta di trasporto collettivo che possa realmente competere con quello individuale, generando quelle esternalità positive che l’utilizzo del trasporto pubblico sarebbe in grado di produrre. Una delle vie più seguite mirate a questo scopo è quella dell’integrazione tariffaria su base regionale.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione Il settore del Trasporto Pubblico Locale è paragonabile ad un sistema di equazioni. Ognuna di esse descrive soltanto una parte di quello che il TPL rappresenta, ma allo stesso tempo risulta fondamentale per trovare una soluzione che ottimizzi questo sistema. La risoluzione, inoltre, deve ricadere all‟interno di una fascia di “valori accettabili” che si trovano entro due poli a volte in contrapposizione: la sfera economica e quella politica/sociale. Nel corso dell‟analisi verranno presi in considerazione molti dei parametri di queste equazioni, dalle questioni di carattere normativo, alle criticità presenti nelle relazioni di una governance multilivello; dal problema di autenticità della competizione, all‟affidamento in-house come forma residuale; dalla difficoltà di copertura dei costi da parte degli operatori di TPL, alla necessità di un sistema di trasporto integrato, a livello tariffario e modale, talvolta in comparazione con i maggiori players europei. In particolare il lavoro si snoda nei seguenti punti: 1. Cenni storici sulla nascita del trasporto pubblico in Europa e a Milano. 2. Analisi dell‟evoluzione del quadro normativo italiano e delle relazioni multilivello che caratterizzavano e caratterizzano il nostro sistema, confrontati con alcuni casi internazionali. 3. Approfondimento sulla questione dell‟integrazione tariffaria, evidenziando ancora una volta la centralità degli aspetti di governance che stanno alla base di questo settore. Nel corso degli anni il mercato del trasporto pubblico locale ha subito grosse modifiche ma nonostante le energie, i tempi e le risorse dedicategli, il TPL in Italia non ha ancora trovato una formula d‟equilibrio. Che sia un problema di cultura? Purtroppo sembra che la tendenza sia quella di considerare il settore in questione, soltanto come un “centro di costo”, oscurando quelli che potrebbero essere i reali benefici e le grandi opportunità che il TPL potrebbe offrire, sia in termini di miglioramento della qualità della vita, che in termini economici e di sviluppo del paese, in termini occupazionali e di salvaguardia dell‟ambiente.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Laura Mura Contatta »

Composta da 66 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1336 click dal 08/04/2010.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.