Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Strategia e struttura del Gruppo Caltagirone

L’attività dei Caltagirone viene comunemente ed erroneamente ricondotta alle sole operazioni edilizie, immobiliari, infrastrutturali che hanno reso celebre il Gruppo, soprattutto in ambito capitolino. Approfondire la struttura complessiva in cui si articola tale realtà imprenditoriale implica invece l’argomentazione di business quantomai distanti, sotto il profilo strategico e organizzativo, dall’industria delle costruzioni, oltre che la necessità di allargare l’orizzonte di riferimento al mondo intero.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE L’attività dei Caltagirone viene comunemente ed erroneamente ricondotta alle sole operazioni edilizie, immobiliari, infrastrutturali che hanno reso celebre il Gruppo, soprattutto in ambito capitolino. Approfondire la struttura complessiva in cui si articola tale realtà imprenditoriale implica invece l’argomentazione di business quantomai distanti, sotto il profilo strategico e organizzativo, dall’industria delle costruzioni, oltre che la necessità di allargare l’orizzonte di riferimento al mondo intero. La trattazione prende avvio con una breve storiografia che sottolinea la fonte degli iniziali successi economici e patrimoniali del Gruppo, comunque riconducibili proprio all’edilizia, in parallelo con le vicessitudini societarie della Vianini, impresa attiva nello stesso ambito (e nella produzione di manufatti in cemento) da circa un secolo, entrata poi “in orbita” Caltagirone durante gli anni ’80. Il ventennio successivo è scandito da importantissime operazioni di espansione diversificata, mediante altre acquisizioni societarie rese possibili dagli ingenti capitali accumulati, in cerca di nuove sinergie o di una superiore redditività marginale. Successivamente viene presa in esame l’articolazione in sottogruppi operativi che caratterizza attualmente l’organizzazione, con le relative aree di business occupate, per poi soffermarci ampiamente sul sistema di governo che presiede la holding e, di conseguenza, il Gruppo. E’ in tale contesto che si percepisce lo “spessore” di Francesco Gaetano Caltagirone, personalità di spicco della famiglia sia sotto l’aspetto economico-imprenditoriale, sia sotto quello amministrativo-gestionale. L’ultimo capitolo è dedicato alla trattazione dei risultati attuali e delle prospettive future di ogni singolo settore in cui il Gruppo è presente, cercando di individuare minacce e opportunità che influiscono sulle strategie competitive di base. In particolare ho ritenuto essenziale soffermarmi sul mercato immobiliare, enfatizzando il ruolo della Pubblica Amministrazione e le relazioni che si instaurano con essa, per poi rimarcare il contributo agli stakeholders di cui si rende protagonista la Cementir,

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Fabrizio Canale Contatta »

Composta da 47 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 730 click dal 01/04/2010.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.