Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Storia ed evoluzione dei diritti fondamentali in Gran Bretagna: dal suddito inglese al cittadino europeo

Può uno stretto lembo di mare separare due culture filosofiche e giuridiche profondamente diverse? Si potrebbe riassumere in questa domanda il contenuto di questo elaborato, il cui intento è quello di illustrare il particolare percorso di evoluzione storica dei diritti umani in Gran Bretagna.
Si tratta di un percorso autonomo rispetto a quello che hanno compiuto i Paesi dell’europa continentale, caratterizzato da una continuità giuridica che è arrivata fino ai giorni nostri, privo quindi, di cesure fondamentali.
L’analisi sarà divisa in due parti: la prima sarà dedicata all’approfondimento
storico del pensiero filosofico britannico, in particolare sarà posto l’accento sulle diverse teorie dei diritti e doveri dei sudditi e sui dibattiti che hanno caratterizzato i diversi periodi storici.
La seconda parte sarà invece dedicata alla difficile integrazione tra ordinamento britannico e ordinamento europeo all’indomani della firma da parte del Regno Unito della Convenzione Europea per i Diritti Umani (1950) e della sua entrata tra i Paesi membri della Comunità Economica Europea (1973).

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Puo` uno stretto lembo di mare separare due culture filosofiche e giuridiche profondamente diverse? Si potrebbe riassumere in que- sta domanda il contenuto di questo elaborato, il cui intento e` quello di illustrare il particolare percorso di evoluzione storica dei diritti umani in Gran Bretagna. Si tratta di un percorso autonomo rispetto a quello che hanno com- piuto i Paesi dell’europa continentale, caratterizzato da una conti- nuita` giuridica che e` arrivata fino ai giorni nostri, privo quindi, di cesure fondamentali. L’analisi sara` divisa in due parti: la prima sara` dedicata all’ap- profondimento storico del pensiero filosofico britannico, in parti- colare sara` posto l’accento sulle diverse teorie dei diritti e doveri dei sudditi e sui dibattiti che hanno caratterizzato i diversi periodi storici. La seconda parte sara` invece dedicata alla difficile integrazio- ne tra ordinamento britannico e ordinamento europeo all’indomani della firma da parte del Regno Unito della Convenzione Europea per i Diritti Umani (1950) e della sua entrata tra i Paesi membri della Comunita` Economica Europea (1973). La prima parte sara` a sua volta suddivisa in due capitoli: nel primo sara` affrontato il tema della concezione dell’individuo e dei suoi diritti secondo il pensiero giusnaturalista inglese, in particola- re ci soffermeremo sul concetto di ”diritti naturali” e sul diritto di proprieta` quale principio fondamentale dell’ordinamento britanni- 1

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Sandro Andolfo Contatta »

Composta da 154 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1818 click dal 08/04/2010.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.