Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il ruolo ecologico della necromassa forestale per la conservazione di specie minacciate

Argomento di questa tesi è l’importanza della necromassa forestale in relazione alla conservazione della biodiversità animale che da essa dipende durante tutte o alcune fasi del loro ciclo biologico. Per motivi di semplicità di analisi dettagliati di seguito, lo studio è stato focalizzato su taxa particolarmente descrittivi del fenomeno indagato, e in particolare di Coleoptera e Picidae. Il presente lavoro si articola in tre parti: una sezione introduttiva; un corpo costituito dall’analisi dei casi-studio elencati; una sezione conclusiva, che includa raccomandazioni gestionali.
Nel primo capitolo viene messo in rilievo l’estremo valore che rivestono tutte le componenti dell’ambiente boschivo e, in particolare, l’importanza della necromassa legnosa per una moltitudine di forme biologiche. Di qui, viene fatto un resoconto dei procedimenti naturali di genesi e degrado del legno morto, e delle varie tipologie di necromassa legnosa.
Nella fase centrale del lavoro vengono espresse le ragioni della scelta di particolari casi-studio per dimostrare l’entità del problema trattato. Sono state descritte le modalità attraverso cui coleotteri e picidi si relazionano con la necromassa forestale, le fasi biologiche d’interesse e il particolare utilizzo dei substrati legnosi, evidenziando anche le relative preferenze per particolari caratteristiche di questi ultimi. Sono dunque discussi gli effetti negativi che le tradizionali pratiche di gestione forestale hanno su varie specie appartenenti ai casi-studio. I concetti espressi vengono arricchiti e documentati con una serie di esempi tratti dalla bibliografia scientifica internazionale che supportano la tesi esposta.
Nel corso della fase conclusiva vengono ribaditi i concetti espressi ed elencate le principali soluzioni proposte dalla comunità scientifica rispetto al problema della conservazione della necromassa legnosa boschiva.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 1. Introduzione e obiettivi Argomento di questa tesi è l’importanza della necromassa forestale in relazione alla conservazione della biodiversità animale che da essa dipende durante tutte o alcune fasi del loro ciclo biologico. Per motivi di semplicità di analisi dettagliati di seguito, lo studio è stato focalizzato su taxa particolarmente descrittivi del fenomeno indagato, e in particolare di Coleoptera e Picidae. Il presente lavoro si articola in tre parti: una sezione introduttiva; un corpo costituito dall’analisi dei casi-studio elencati; una sezione conclusiva, che includa raccomandazioni gestionali. Nel primo capitolo viene messo in rilievo l’estremo valore che rivestono tutte le componenti dell’ambiente boschivo e, in particolare, l’importanza della necromassa legnosa per una moltitudine di forme biologiche. Di qui, viene fatto un resoconto dei procedimenti naturali di genesi e degrado del legno morto, e delle varie tipologie di necromassa legnosa. Nella fase centrale del lavoro vengono espresse le ragioni della scelta di particolari casi-studio per dimostrare l’entità del problema trattato. Sono state descritte le modalità attraverso cui coleotteri e picidi si relazionano con la necromassa forestale, le fasi biologiche d’interesse e il particolare utilizzo dei substrati legnosi, evidenziando anche le relative preferenze per particolari caratteristiche di questi ultimi. Sono dunque discussi gli effetti negativi che le tradizionali pratiche di gestione forestale hanno su varie specie appartenenti ai casi-studio. I concetti espressi vengono arricchiti e documentati con una serie di esempi tratti dalla bibliografia scientifica internazionale che supportano la tesi esposta. Nel corso della fase conclusiva vengono ribaditi i concetti espressi ed elencate le principali soluzioni proposte dalla comunità scientifica rispetto al problema della conservazione della necromassa legnosa boschiva. 1.1. Necromassa e biodiversità Le foreste, osservate in modo disattento, possono sembrare imporre le loro caratteristiche alla fauna e alla flora che ospitano soltanto in funzione della loro copertura in alberi vivi. Ma il contributo

Laurea liv.I

Facoltà: Agraria

Autore: Massimiliano Borrello Contatta »

Composta da 47 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 964 click dal 22/04/2010.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.