Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I depositi Iva

La legge 18 febbraio 1997, n. 28, tra le altre novità che ha introdotto nel sistema dell’Iva intracomunitaria, ha, finalmente, con oltre un anno di ritardo, dato il via libera formale all’istituzione di depositi fiscali i.v.a. Tali depositi, che si affiancano a quelli doganali, consentono agli operatori della logistica e non solo a loro di introdurre, custodire e sottoporre a lavorazione, senza pagamento dell’imposta, beni nazionali e comunitari, a condizione che gli stessi non siano destinati alla vendita al dettaglio, all’interno dei depositi stessi.
Nel mio lavoro potete approfondire la conoscenza della materia.
Buona lettura.

Mostra/Nascondi contenuto.
10 Introduzione Nel presente lavoro viene affrontata l’evoluzione del sistema doganale italiano, comunitario ed extracomunitario attraverso le leggi che si sono susseguite negli ultimi anni, inoltre vedremo i vantaggi dei nuovi depositi e le norme fondamentali da cui i depositi i.v.a. saranno disciplinati. Le dogane, in passato, erano molto dipendenti dai dazi, essendo l’economia dei paesi europei protezionistica al fine di favorire le industrie nazionali. Oggi con l’istituzione dell’U.e., la politica è cambiata radicalmente permettendo una maggiore possibilità di transito e vendita delle merci. La legge 18 febbraio 1997, n. 28, tra le altre novità che ha introdotto nel sistema dell’i.v.a. intracomunitaria, ha, finalmente, con oltre un anno di ritardo, dato il via libera formale all’istituzione di depositi fiscali i.v.a. Tali depositi, che si affiancano a quelli doganali, consentono agli operatori della logistica e non solo a loro di introdurre, custodire e sottoporre a lavorazione, senza pagamento dell’imposta, beni nazionali e comunitari, a condizione

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Guido Silvestri Contatta »

Composta da 415 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3737 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.