Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Da Via del campo a Creuza de ma. La scenografia nelle canzoni di Fabrizio De Andrè.

il lavoro concretizzato in questa tesi è lo sviluppo di una intuizione critica:L'importanza nella musica d'autore di un elemento più antonomasicamente legato alle arti figurative come l'impianto scenografico,che sorregge la struttura lirico-armonica di una canzone-poesia.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Introduzione Parole come immagini nella canzone d’autore. Analizzare il “risvolto” scenografico di una canzone significa, innanzitutto, procedere per gradi verso uno smembramento del testo, nel tentativo di “ricostruire” la scena che l‟autore escogita, attraverso l‟enfasi evocativa di ogni singola parola messa in musica. Il processo generativo che porta una parola a tramutarsi astrattamente in una immagine, che poi diventerà concreta e fissa nella mente del fruitore di una data opera, attraversa fasi alterne, diverse e spesso più soggettive che oggettive. Succede quello che i linguisti chiamano funzione paradigmatica e cioè quella capacità, che il poeta possiede, di rendere evidenti quelle possibilità di associazioni mentali che ogni parola di suo possiede. Ma in definitiva, un testo riesce a comunicare immagini precise (volti, paesaggi, oggetti), unicamente quando evoca sentimenti, ricordi e colori di esperienze di vissuto comuni a più uomini. Si pensi alla canzone Il ragazzo della via Gluck di Adriano Celentano che, attraverso lo strumento del ricordo, evoca minuziosamente i

Laurea liv.I

Facoltà: Beni culturali

Autore: Angelo Adriano Sgobba Contatta »

Composta da 70 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1164 click dal 22/04/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.