Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Condizioni generali di contratto nel trasporto su navi traghetto

Il trasporto su navi traghetto è regolato nella maggior parte dei casi da condizioni generali di contratto predisposte, per una serie indefinita di contratti, da una sola delle parti, il vettore, verso le quali l’altra parte non può che aderire.
Anzitutto, le condizioni generali di contratto rilevano sotto il profilo della formazione del contratto, come testimoniano gli artt. 1341 e 1342 c.c., collocati sistematicamente a chiusura della sezione dedicata all’accordo delle parti
. Le norme sono dirette ad evitare che vengano a far parte integrante del contratto clausole che l’aderente al momento della conclusione non ha potuto conoscere, o su cui non ha adeguatamente riflettuto, perché è rimasto estraneo alla loro elaborazione.
La disposizione, perciò, stabilisce che le condizioni generali di contratto predisposte da uno dei contraenti siano efficaci nei confronti dell’aderente se al momento della conclusione del contratto questi le ha conosciute o avrebbe dovuto conoscerle usando l’ordinaria diligenza e quelle condizioni generali di contratto vessatorie per l’aderente devono essere specificamente approvate per iscritto.
Perché si applichi la disciplina delle condizioni generali di contratto, non è necessario che l’aderente sia in posizione d’inferiorità sul piano economico rispetto al predisponente, bensì che la conclusione del contratto avvenuta senza trattative, ma con una semplice adesione, costituisca un pericolo per l’aderente.
Ad integrare questa disciplina è intervenuta la legge 6 febbraio 1996, n. 52, che ha introdotto all’interno del codice civile i contratti del consumatore, tipizzando una serie di clausole vessatorie che tutelano il soggetto economicamente più debole, di fronte al predisponente, attraverso l’imposizione delle trattative.
Le nuove norme concedono una tutela più estesa al consumatore, al quale appare richiesto un minore sforzo di diligenza nella propria attività conoscitiva delle condizioni contrattuali, a fronte, invece, di un maggior rigore degli obblighi di informazione posti a carico del professionista.
In questo quadro normativo bisogna analizzare gli elementi del contratto di trasporto su navi traghetto per individuare i casi in cui la normativa codicistica trova applicazione.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 CAPITOLO I GLI ELEMENTI E LA CONCLUSIONE DEL CONTRATTO l. I soggetti del contratto Nel trasporto di cose, i soggetti del contratto sono il vettore, il mittente, che nei trasporti marittimi ed aerei viene anche detto caricatore, ed il destinatario. Il contratto di trasporto di cose, contrariamente a quello di persone, assume generalmente la struttura di negozio trilaterale in conseguenza dell’obbligo del vettore di adempiere la propria prestazione mediante la consegna delle cose trasportate ad un soggetto (destinatario) diverso da quello che ha stipulato il contratto (mittente o caricatore). Il contratto di trasporto di cose, infatti, viene tradizionalmente configurato come contratto a favore di terzo 4 . Tale configurazione trilaterale non si determina nei trasporti marittimi allorquando (e ciò costituisce prassi costante) viene messo in circolazione un titolo rappresentativo delle merci trasportate (polizza di carico) poiché questo incorpora il diritto alla riconsegna attribuendone la titolarità a chi è legittimato in base alla legge di circolazione del titolo, assorbendo le figure del mittente e del destinatario in quella 4 In questi termini Cass., 26 aprile 1995, n. 4620, in Contratti, 1996, 272, con nota di Batini; Il contratto a favore di terzo nel trasporto, in Nuova giur. civ. comm., 1996, I, 263, con nota di Benelli.

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Gianluca Manna Contatta »

Composta da 59 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3238 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.