Skip to content

"I liceali" e "Gossip Girl": il teen drama e le sue caratteristiche drammaturgiche ed etiche

Informazioni tesi

  Autore: Marianna Villani
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Libera Univ. degli Studi Maria SS.Assunta-(LUMSA) di Roma
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze dello spettacolo e della produzione multimediale
  Relatore: Lorenzo Farsi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 164

L’intento di questo elaborato è quello di analizzare in profondità una delle forme testuali più importanti delle trasmissioni televisive, la fiction, e in particolare il genere del teen drama. Nella seconda metà degli anni Settanta, con l’affermarsi delle emittenti private e la nascita del duopolio Rai/Mediaset, il flusso dell’offerta si allarga per l’aumento delle reti, ma anche per l’ampliarsi dell’orario di programmazione che copre l’intera giornata. I dati Auditel dimostrano come il genere televisivo della fiction goda da diversi anni di un grande successo di pubblico tanto che, pur essendo presente fin dalla nascita della televisione, non ha mai accusato neanche il minimo sentore di una disaffezione da parte dei telespettatori. Una larga parte della sua attrattiva è probabilmente l’abilità di evocare l’intero spettro delle emozioni umane: distrarre la mente, dare speranza in momenti di sconforto, far ridere, lasciarsi trasportare dalle emozioni.miniserie e film Tv si inseriscono costantemente nelle classifiche dei programmi più seguiti , diventando di fatto il fiore all’occhiello e il biglietto da visita delle singole reti.
La miniserie, il formato più breve della fiction, occupa una posizione di vertice (dal punto di vista delle risorse, ma anche da quello dell’apprezzamento del pubblico e del prestigio culturale), a dispetto del dilagare dei formati di serialità media e lunga. Questo particolare tipo di prodotto è quello che più di ogni altro si apparenta alla produzione cinematografica. La distinzione tra le miniserie formate da 4/6 episodi della durata di 90-100’, e la cosiddetta “serie all’italiana”, dai 4 agli 8 episodi di 90-100’ ognuno, risiede nel fatto che la miniserie, come un film che si dispieghi su una durata molto ampia, si concentra su di un racconto che non si chiude alla fine di ogni episodio, ma può essere pienamente compreso e apprezzato solo nell’arco di tutte le parti, contrariamente alla serie all’italiana che, pur dando grande peso alle “linee orizzontali” , presenta anche una “storia di puntata” che si conclude all’interno del singolo episodio. La miniserie italiana si distingue dalla “serialità americana”, che si riferisce alle fiction che rientrano nella categoria delle cosiddette long running series. Questa qualifica può essere intesa riferirsi alla “serialità media”, per distinguerla, da un lato, dalle produzioni a corto raggio come film Tv, miniserie e serie all’italiana e, dall’altro, da quelle a raggio lunghissimo, come soap opera o telenovelas. Che si tratti di drama della durata di 50’, oppure di sit-com con episodi del formato di 25’, la stagione di una long running series consta di 22 episodi. Sono produzioni che, in caso di successo, possono superare la soglia delle dieci annate, e la loro forza risiede, oltre che nel dispendio, spesso sontuoso, di mezzi spettacolari, nella tecnica di sceneggiatura. Come esempi delle due diverse modalità narrative e strutturali, in questo elaborato si è scelto di analizzare due serie televisive: la miniserie italiana “I Liceali” e la serie americana “Gossip Girl”, entrambe appartenenti al genere del teen drama, un tipo di racconto che narrando storie di giovani ragazzi vuole esporre problemi, gioie e speranze dell’universo giovanile, il tutto generalmente all’interno di un’ambientazione scolastica, liceale, ma anche universitaria. Nonostante appartengano allo stesso genere, le due fiction analizzate in questo elaborato si differenziano molto, sia dal punto di vista tematico che strutturale, e rispecchiano due diversi metodi di “fare” sceneggiatura, quello italiano e quello americano.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione L intento di questo elaborato Ł quello di analizzare in profondit una delle forme testuali piø importanti delle trasmissioni televisive, la fiction, e in particolare il genere del teen drama. Il contesto televisivo italiano ha conosciuto tardi lo sviluppo di una vera serialit , ma da sempre esiste quello che potremmo considerare l antenato nobile e colto dei formati di cui ci occupiamo, vero cavallo di battaglia della Tv di Stato italiana del monopolio: lo sceneggiato. Lo sceneggiato Ł un adattamento letterario che raccoglie e riconverte modelli espressivi e tecniche narrative preesistenti. Come ricorda Milly Buonanno, prima di venire denominata con l attuale termine inglese, la fiction italiana aveva un altro nome, che per la verit non Ł scompa rso del tutto: si chiamava sceneggiato. Il romanzo sceneggiato o teleromanzo, e ben presto soltanto sceneggiato , Ł stato per almeno un ventennio il genere privilegiato, quasi esclusivo e immensamente popolare, della fiction prodotta dalla televisione italiana. Lo scopo di questa televisione sostiene ancora la Buonanno era fornire al pubblico la versione televisiva di una biblioteca domestica di base in cui comparivano autori come Dostoevskij, Tolstoj, Dickens, Cronin, Hugo e Balzac, ma anche Fogazzaro, Nievo, De Amicis, Verga, Manzoni e Salgari. Alla sua nascita la Tv, vista come medium da sfruttare in senso pedagogico, cioŁ come mezzo di educazione ed elevazione culturale della popolazione, ha nello sceneggiato una delle sue forme piø riuscite. 1 Nella seconda met degli anni Settanta, con l affer marsi delle emittenti private e la nascita del duopolio Rai/Mediaset, la situazione inizia a cambiare. Il flusso dell offerta si allarga per l aumento delle reti, ma anche per l ampliarsi dell orario di programmazione che copre l intera giornata. Questo determina anche l introduzione e il dilagare della produzione estera sui canali nazionali. 1 Gianfranco Bettetini, Paolo Braga, Armando Fumagalli, Le logiche della televisione, Milano, Franco Angeli, 2008, pag. 239.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

fiction tv
gossip girl
i liceali
miniserie
sceneggiatura
scrittura televisiva
serie americana
teen drama

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi