Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La cessione del contratto del calciatore

TESSERAMENTO
Uno sportivo, per poter esercitare una attività sportiva a livello agonistico, riconosciuta e tutelata all'interno dell'organizzazione federale, deve essere tesserato. Il calciatore chiede il tesseramento alla FIGC tramite la società sportiva per la quale intende giocare. Con il tesseramento il giocatore diventa soggetto di diritto sportivo, deve quindi sottostare a diritti e doveri che le varie norme della FIGC gli impongono. Il tesseramento è quindi il rapporto fra l'atleta e la Federazione.
VINCOLO SPORTIVO
Il vincolo è il rapporto tra l'atleta e la società. Il vincolo dà il diritto di avvalersi, in via esclusiva, delle prestazioni del calciatore. Il giocatore rimane, anche alla scadenza del suo contratto sportivo con la società, legato ad essa. Il vincolo che, dopo lunghi dibattiti, viene abolito nella legge 91/81.
LEGGE 23 MARZO 1981 n. 91
L'incentivo maggiore all'emanazione della legge 91/81 arrivò proprio dal mondo calcistico. Alla legge 23 marzo 1981 spetta il merito di aver per la prima volta regolamentato il rapporto di lavoro tra società sportive e atleti professionisti. Ancora oggi questa legge detta le norme regolatrici del professionismo sportivo.
LA CESSIONE DEL CONTRATTO
“ E' ammessa la cessione del contratto, prima della scadenza, da una società sportiva ad un'altra, purché vi consenta l'altra parte e siano osservate le modalità fissate dalle federazioni sportive nazionali”. Articolo 5 legge 91/81
Quello che viene negoziato nel cosiddetto “mercato dei calciatori”, non è il calciatore stesso, come erroneamente si può pensare, ma il suo contratto di lavoro sportivo che ha per oggetto le sue prestazioni.
L'atto di trasferimento, da una società ad un'altra, del rapporto di prestazione sportiva di un calciatore professionista configura dal punto di vista civile una fattispecie particolare della cessione del contratto secondo l'articolo 1406 e seguenti del codice civile.
Per il trasferimento di un calciatore in pendenza di contratto da una squadra all'altra e la sua conseguente variazione di tesseramento è prevista un determinata procedura descritta nelle norme organizzative interne della FIGC, le cosiddette NOIF.
Modalità di cessione del contratto:
- definitiva ( vendita )
- temporanea ( prestito )
- in compartecipazione ( comproprietà)
LA SENTENZA BOSMAN E I SUCCESSIVI CAMBIAMENTI
La conseguenze della sentenza Bosman furono:
- l’abolizione dell’indennità di trasferimento;
- l’eliminazione dei limiti di numero e di partecipazione dei giocatori stranieri
alle competizioni;
In quanto queste disposizioni non erano compatibili con le norme dell’UE.
Inoltre viene introdotto il fine di lucro per le società sportive professionistiche.
In Spagna si diffonde l’inserimento della clausola di rescissione nei contratti dei calciatori. Successivamente la FIFA emana un regolamento che divide in due periodi il rapporto di lavoro sportivo del calciatore:
- Primo periodo: “PROTETTO” risoluzione del contratto atto illecito
- Secondo periodo: “NON PROTETTO” risoluzione del contratto atto lecito
L’AGENTE DI CALCIATORI
E' una persona fisica che, “ ...in forza di un incarico a titolo oneroso conferitogli in conformità al regolamento, cura e promuove i rapporti tra un calciatore ed una società di calcio in vista della stipula di un contratto di prestazione sportiva, ovvero tra due società per la conclusione del trasferimento o la cessione di contratto di un calciatore.” Poi ancora “ l'agente cura gli interessi del calciatore...prestando opera di consulenza a favore dello stesso nelle trattative dirette alla stipula del contratto, assistendolo nell'attività diretta alla definizione, alla durata, al compenso e ad ogni altra pattuizione del contratto di prestazione sportiva.” Infine “...svolge l'attività di assistenza a favore di società di calcio che gli hanno conferito incarico... per favorire il tesseramento, la conclusione o la cessione di contratti dei calciatori.” Art.3 Regolamento FIGC per agenti di calciatori 2007
E’ importante la necessità da parte dell'Agente di fornire ai propri assistiti un insieme di servizi collaterali all'assistenza contrattuale in modo da rendere un servizio più completo, a trecentosessanta gradi, in grado di soddisfare le varie esigenze dei propri assistiti.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione “ I calciatori si comperano e si vendono; le società se li disputano, a suon di miliardi, in quella sorta di borsa dei calciatori, che va sotto il nome di campagna cessione acquisti. Così è però solo nell'immaginario collettivo; il mercato c'è, ma non ha ne può avere ad oggetto, a rigor di logica giuridica, i calciatori in quanto tali, bensì il contratto in forza del quale le società calcistiche si procurano le loro prestazioni.”1 Questa tesi si propone di trattare un argomento che negli ultimi trenta anni ha conosciuto una singolare evoluzione: il rapporto tra società sportiva e calciatore professionista e, in modo particolare, la cessione del contratto di quest'ultimo. Grazie a una lunga ricerca bibliografica, proverò a delineare nelle seguenti pagine i tratti salienti di questa evoluzione, analizzando in modo particolare gli aspetti e le modifiche che si sono susseguite in ambito sportivo, sviluppando solo parzialmente l'analisi forse troppo specifica degli aspetti e delle controversie giuridiche in quanto fuori dalle mie competenze di studente in Scienze Motorie. Incomincerò esaminando inizialmente il tesseramento, in quanto azione fondamentale di un calciatore per essere riconosciuto in ambito sportivo. Passerò poi a discutere, seguendo l'ordine cronologico degli avvenimenti, del “vincolo sportivo” che ha suscitato numerose polemiche, in quanto legava a vita il giocatore alla società per la quale era tesserato. Sarà poi la legge del 23 marzo 1981 n.91, la prima in tale materia, a regolamentare i rapporti tra società e sportivi professionisti. Ho cercato di descrivere come veniva inteso il lavoro sportivo prima dell'emanazione di questa legge e la serie di eventi che hanno poi portato alla scrittura della stessa. Ho dedicato un intero capitolo alla legge 91/81; l'ho analizzata approfonditamente, articolo per articolo, riservandomi di esaminare l'articolo 5 in un capitolo a parte, dedicato esclusivamente al tema centrale della mia tesi: la cessione del contratto. Oltre che dal 1 F. Galgano, La compravendita dei calciatori in Contratto e Impresa 2001, pag. 1

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Motorie

Autore: Giovanni Cavani Contatta »

Composta da 96 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2619 click dal 29/04/2010.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.