Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il processo di armonizzazione delle legislazioni nazionali nell'ambito del mercato interno: dal Trattato di Roma al Trattato di Amsterdam

La tesi ripercorre il processo storico che ha portato all'elaborazione di una nuova strategia in materia di armonizzazione delle legislazioni. Sono stati analizzati i momenti più salienti di tale processo, partendo dal Trattato di Roma ai tempi odierni, considerando il ruolo importante ricoperto dalle sentenze della Corte di Giustizia delle Comunità Europee. E' stato dato ampio spazio alla descrizione della nuova strategia e dei meccanismi di funzionamento ad esso connessi (certificazione dei prodotti).

Mostra/Nascondi contenuto.
1 PREMESSA �I momenti di svolta sono caratterizzati da una tipica ambivalenza di fondo�. Cos� in un�intervista rilasciata sul Corriere della Sera il 31 maggio 2000, Joschka Fischer, vice-cancelliere tedesco, ha riportato l�attenzione sul futuro dell�Europa.. L�ambivalenza, che egli ha richiamato, rappresenta il nocciolo della questione che sta attraversando l�Europa, e che pu� essere sintetizzata nella domanda che lo stesso vice-cancelliere si � posto nell�intervista: �Perch� Bruxelles deve emettere una direttiva sul cioccolato?�. La nuova direttiva sul cioccolato, adottata formalmente dal Consiglio il 25 maggio 2000, consente di utilizzare fino al 5% di grassi vegetali nei prodotti di cioccolato. Questa disposizione, contrapponendosi a talune tradizioni produttive (tra cui quella dell�Italia) ha riportato alla luce un atavico dilemma di tipo �shakespeariano�: intervento centrale di Bruxelles o salvaguardia delle particolarit� nazionali, regionali e locali? Lo stesso Fischer ripropone il dilemma in termini molto semplici: �tutti vediamo la propria nazione come una casa sicura, conosciuta e dentro la quale ci troviamo a nostro agio. Ma, allo stesso tempo, tutti abbiamo coscienza che il processo d�integrazione � destinato a progredire, che l�Europa avr� una parte sempre pi� importante nel nostro futuro�. L�intervento di Bruxelles si concretizza soprattutto attraverso l�armonizzazione delle legislazioni, uno degli strumenti previsti dal Trattato per l�instaurazione ed il funzionamento del Mercato Interno. L�armonizzazione ha come obiettivo principale la �neutralizzazione degli ostacoli� alla libera circolazione delle merci, derivanti dalle divergenze tra le legislazioni nazionali dei diversi Stati membri, attraverso la creazione di strutture armonizzate. Queste strutture armonizzate completano l�azione della Comunit� che mira al raggiungimento di una �organizzazione politica ed economica di tipo federale� (Draetta 1995), caratterizzata da una comune cultura europea. Accanto, e talvolta in contrasto, alla necessaria integrazione si pone, per�, la volont� e l�importanza, ribadite in una �lettera comune� da Chirac e da Kohl il 9 giugno 1998, di preservare le tradizioni, gli usi ed i costumi nazionali, regionali e locali. Lo sforzo della Commissione e della Corte, durante tutto il corso del processo d�instaurazione e di funzionamento del mercato interno, si � rivolto soprattutto al tentativo di conciliare queste due spinte, attraverso l�introduzione di due principi regolatori dei rapporti intercorrenti tra gli Stati membri, e tra questi e Bruxelles: il principio del mutuo riconoscimento ed il principio della sussidiariet�. Questi due principi si sono concretizzati, verso la met� degli anni 80, nell�elaborazione da parte della Commissione e del Consiglio di una nuova strategia in materia di armonizzazione, il nouvelle approche, che rappresenta il risultato del tentativo di conciliare le spinte contrastanti a cui si accennava sopra. Ancora oggi, nonostante questa nuova strategia, l�azione della Comunit� � fraintesa sia a livello politico sia dall�opinione pubblica. Uno dei motivi, che a nostro avviso determinano questa situazione, � l�incompleta conoscenza dei meccanismi alla base del nuovo approccio, e dei risultati che ne scaturiscono. Il presente lavoro ha, dunque, come obiettivo quello di mettere in luce il processo storico di evoluzione dello strumento dell�armonizzazione, per evidenziare i

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Paola Chiasserini Contatta »

Composta da 257 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3468 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.